Wohlen bei Bern

Com. BE, distr. Berna, circoscrizione amministrativa Berna-Mittelland; (1275: Wolun). Sobborgo della città di Berna, W. si estende sui terrazzi del Frienisberg, sulla sponda destra del lago di Wohlen e comprende una dozzina di villaggi e frazioni, tra cui Hinterkappelen, Uettligen, W., Möriswil, Säriswil, Illiswil, Murzelen e Innerberg. Pop: 1060 ab. nel 1764, 2374 nel 1831, 3172 nel 1850, 3235 nel 1900, 2916 nel 1950, 7666 nel 1980, 9003 nel 1990, 8952 nel 2000.

Il ritrovamento tra l'altro di asce in pietra del Neolitico, di un'ascia ad alette del Bronzo a Illiswil e a Säriswil nonché la scoperta di necropoli con tumuli delle culture di Hallstatt e La Tène su colline oggi ricoperte dal bosco (Buchholz, Buchwald, Spachweid, Bühlhölzli e Ausserbergwald), testimoniano una precoce colonizzazione e presenza umana dell'area. L'occupazione romana si estese a tutti i terrazzi. Sono venute alla luce tegole a Steinisweg ed embrici a Hirscheren, il che potrebbe indicare l'esistenza di una fabbrica di laterizi, nonché resti di muri e una necropoli (30-40 sepolture, recipienti, ceramiche del I e II sec.) a Uettligen. Nei pressi di Hinterkappelen è stata scoperta una necropoli con corredi del VII sec.

Alcuni complessi fortificati in legno del pieno ME, tra cui quelli di Ballmoos, Sandbühl, Heugraben e Aspitanne, risalgono probabilmente al periodo della signoria di Oltigen, con cui nel 1410 e 1412 una parte di W. passò a Berna. W. fu annesso al baliaggio bernese di Oltigen poi, dal 1483 al 1798, a quello di Laupen; per l'alta giustizia faceva invece capo alla giurisdizione (Landgericht) di Zollikofen. Nel 1412, Berna acquisì la bassa giustizia su Säriswil e Frieswil, ma non sulle signorie giurisdizionali (Twingherrschaften) private di Illiswil e Dettigen. La piccola signoria di Dettigen - con la residenza Sagerschlössli a Oberdettigen, fatta costruire negli anni 1595-1601 dallo scoltetto Hans Rudolf Sager in sostituzione di un edificio più antico - appartenne sin dal tardo ME a fam. patrizie e fu venduta verso il 1748. I diritti e la giurisdizione passarono alla giurisdizione cittadina di Berna, la residenza a fam. contadine. Nel XIX sec. avvenne la progressiva integrazione sul piano politico di Illiswil e Dettigen nel com. di W.

Villaggi e frazioni praticavano l'avvicendamento triennale delle colture ed erano organizzati in comunità. Nel tardo ME, l'abitato si estese ad aree discoste, come Salvisberg. Dal XVI sec. sorsero fattorie sparse e nuove frazioni, abitate in parte da Tauner, tra cui Innerberg, Bächleren, Wölflisried e Steinisweg. Alcune strade secondarie collegavano i villaggi tra loro e all'asse stradale Berna-Aarberg-Bienne. Un traghetto, menz. la prima volta nel 1311, permetteva di attraversare l'Aar nei pressi di Unterdettigen; fu poi sostituito dal nuovo ponte di Bremgarten (1467).

La chiesa altomedievale (patrocinio non noto), menz. la prima volta nel 1275, era situata a Unterwohlen. Si sono conservati la navata del XII-XIII sec. e il campanile del XIV sec.; fu ristrutturata nel 1678 e restaurata nel 1907 e 1966-70. Il diritto di patronato e l'avogadria sulla chiesa erano feudi imperiali, donati dai signori von Bremgarten ai gerosolimitani di Münchenbuchsee (1320, 1354) e poi passati durante la Riforma a Berna (1528). Nel XVI sec. al com. parrocchiale furono assegnati compiti quali l'assistenza agli indigenti, i diritti di domicilio e la scuola, che esso svolse con l'aiuto delle circoscrizioni parrocchiali (Viertel) di W., Uettligen, Murzelen e Säriswil.

Il com. politico di W., costituito nel 1834, ricalcò i confini del com. parrocchiale. Le circoscrizioni com. (Viertelsgemeinden) e le comunità di villaggio, per le scuole, per le strade e per le pompe antincendio restarono tuttavia attive e continuarono a operare a favore del com., spec. in materia scolastica, di costruzione delle strade e di prevenzione degli incendi. Il com. venne centralizzato nel 1922. Dalle vecchie circoscrizioni com. ebbero origine tre corporazioni com.

Fino al XVIII sec. inoltrato l'economia del villaggio era basata prevalentemente sulla cerealicoltura (mulini a Hofen e Säriswil). Nel XIX sec. crebbe l'importanza dell'allevamento e dell'economia lattiera; i primi caseifici sorsero a Oberwohlen dal 1819. Nel 1834 i boschi vennero divisi tra lo Stato bernese, i detentori dei diritti d'uso e i cittadini meno abbienti. All'inizio del XXI sec. l'agricoltura con le sue prospere aziende agricole continuava a caratterizzare il paesaggio, la struttura insediativa e l'economia: nel 2005 il settore primario offriva il 20% dei posti di lavoro a W. Möriswil, Illiswil, Murzelen e Säriswil hanno saputo preservare la propria fisionomia architettonica.

La creazione del lago artificiale di Wohlen e la costruzione della centrale elettrica di Mühleberg da parte delle Forze motrici bernesi (1917-21) privarono il com. di prezioso terreno agricolo e di parecchie dozzine di edifici, portando in compenso nuove vie di comunicazione (strade, ponti) e introiti fiscali. Dal 1960, W. entrò nell'orbita della città di Berna. Nuovi quartieri si svilupparono nelle località che offrono una vista panoramica sul lago, tra cui Uettligen, Säriswil, Innerberg, Wohlen e spec. Hinterkappelen. La buona situazione viaria (prime linee dell'autopostale nel 1906) con il nuovo ponte di Kappelen (1920) e l'allacciamento alle autostrade (dal 1962) attirarono nuovi ab.

Malgrado la presenza di ditte dell'industria grafica, dell'edilizia e della lavorazione del legno e di diverse aziende artigianali soprattutto a W., Uettligen e Hinterkappelen, nel 2000 i pendolari in uscita erano il 78% della pop. attiva. All'inizio del XXI sec. le principali istituzioni com. e le aziende di servizi erano ubicate spec. a W. (amministrazione com., chiesa, posta, Spitex e cooperativa agricola), Uettligen (scuola secondaria, posta, casa per anziani, cooperativa agricola e caseificio sperimentale fed.) e a Hinterkappelen (scuola secondaria, posta, centro sanitario e centro commerciale). Nel 2012 i fedeli del com. facevano capo ai tre com. parrocchiali di W., Hinterkappelen e Uettligen. Considerata la dispersione geografica e demografica, W. è suddiviso in sei circondari scolastici con sette scuole, dal 2010 gestiti da un'unica commissione.


Bibliografia
– E. Jenni, Uettligen, 1985
– B. Christen, Wohlen: Eine toponomastische Untersuchung zur Siedlungsgeschichte, mem. lic. Berna, 1986
– T. Loertscher, Bauinventar der Gemeinde Wohlen, Amtsbezirk Bern, [1992]
– AA. VV., Die Pfarrkirche von Wohlen bei Bern, 1995
– T. Brodbeck, A. Schüpbach, Wohlen bei Bern im 19. und 20. Jahrhundert, 2006

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / ato