No 1

Dacher, Gebhard

nascita 1425 ca. Costanza, morte fine 1471 Costanza. Figlio di Gebhard, membro del Piccolo Consiglio di Costanza. ∞ Ursula Echbeck, di una distinta fam. del patriziato cittadino di Überlingen. Nel 1461 D. acquisì la cittadinanza di Costanza e fu nominato soprintendente dell'emporio cittadino. Nel 1464 ottenne il blasone dall'imperatore Federico III e l'esenzione fiscale. Fu rappresentante della corporazione dei pescatori al Gran Consiglio (1465-71). Nella sua cronaca di Costanza (1470), oggi conservata nella biblioteca dell'abbazia di San Gallo, D. presentò la prima visione d'insieme della storia della città dalla sua fondazione al 1470, cercando di dar conto delle vicende legate all'imperatore, al vescovo e al Consiglio: tre forze che furono determinanti per i cittadini di Costanza.


Bibliografia
– P. Ruppert, Die Chroniken der Stadt Konstanz, 1891
– T. Ludwig, Die Konstanzer Geschichtsschreibung bis zum 18. Jahrhundert, 1894
VL, 2, 31 sg.
– H. Maurer, Konstanz im Mittelalter, 2, 1989, 158 sg.

Autrice/Autore: Eugen Hillenbrand / rtu