23/02/2011 | segnalazione | PDF | stampare | 

Bedigliora

Com. TI, distr. Lugano, in splendida posizione sul fianco meridionale del monte Bedeglia (medio Malcantone) e con un'interessante trama urbanistica; (1335: Bedaliola). Comprende, oltre all'abitato principale, anche le frazioni di Nerocco, Beride e Banco (1421: Bango). Pop: 420 ab. nel 1591, 517 nel 1696, 500 nel 1801, 499 nel 1850, 495 nel 1900, 344 nel 1950, 314 nel 1960, 540 nel 2000. Nelle vicinanze della frazione di Banco furono scoperte attorno al 1850 alcune tombe dell'etÓ del Ferro, una stele con iscrizioni nord-etrusche e un'ascia neolitica (1913); testimonia l'antichitÓ dell'insediamento anche un masso cuppellare sul Bedeglia. Nel ME Banco e B. formavano una castellanza con Curio e Novaggio. La prepositurale di S. Rocco, costruita su una cappella preesistente, risale al 1644, mentre la chiesa di S. Salvatore a Banco ha origini medievali ed era il centro civile e religioso della castellanza; la sede parrocchiale fu spostata a B. nel 1612. Un forte pendolarismo verso Lugano e il fondovalle ha sostituito l'emigrazione periodica di un tempo. Hanno sede a B. una scuola elementare consortile e una scuola media.


Bibliografia
– V. Chiesa, Lineamenti storici del Malcantone, 1961
Almanacco malcantonese e bassa valle del Vedeggio, 1990, 17-48

Autrice/Autore: Bernardino Croci Maspoli