04/08/2009 | segnalazione | PDF | stampare | 

Aranno

Com. TI, distr. Lugano. Villaggio nella valle della Magliasina a 727 m; (1335: Arano). Pop: 269 ab. nel 1599, 356 nel 1801, 268 nel 1850, 261 nel 1900, 183 nel 1950, 142 nel 1960, 267 nel 2000. Murate nella facciata di casa Pelli si trovano le copie dei frammenti di quattro lapidi scoperte nel 1842, con iscrizioni in alfabeto "di Lugano" o "leponzio" (gli originali sono conservati al Museo del Malcantone di Curio). La chiesa parrocchiale di S. Vittore sorgerebbe, secondo una tradizione non confermata, sulle rovine di un'antica fortezza. Costruita nel XVII sec., l'aspetto attuale risale al 1815; all'interno si trovano numerose testimonianze dell'opera delle maestranze artistiche malcantonesi. L'economia tradizionale, basata sul binomio agricoltura-emigrazione, sfruttava intensamente il territorio verso il fondovalle, ricco di terrazzamenti dove si coltivavano viti e cereali. Una miniera di blenda, baritina e antimonite venne scoperta nel 1857 e sfruttata per qualche decennio. Sulla sponda destra della Magliasina (in territorio di Miglieglia) si trova il maglio di A., costruito nel 1860; acquisito e restaurato da una fondazione appositamente costituita, Ŕ oggi l'unico maglio a leva in funzione in Svizzera.


Bibliografia
– V. Chiesa, Lineamenti storici del Malcantone, 1961
– G. M. Staffieri, Malcantone, 1985, 94-97

Autrice/Autore: Bernardino Croci Maspoli