04/02/2011 | segnalazione | PDF | stampare

Sant'Abbondio

Ex com. TI, distr. Locarno, dal 2010 forma con Caviano, Contone, Gerra (Gambarogno), Magadino, Indemini, Piazzogna, San Nazzaro e Vira (Gambarogno) il com. di Gambarogno; (1192: Sancto Abundio). Situato alle pendici del Monte Gambarogno, in posizione panoramica sul lago Maggiore, comprende le frazioni di Calgiano, Ranzo e Garaverio. Pop: 825 ab. nel 1591, 850 nel 1683, 500 nel 1795, 251 nel 1850, 170 nel 1900, 116 nel 1950, 123 nel 2000. Secondo un doc. del 1358, attorno alla chiesa (menz. nel 1364 come chiesa dei SS. Abbondio e Andrea, ricostruita in stile neoclassico dopo il 1853) all'epoca si erano probabilmente già organizzati gli insediamenti di Ronco de Martignoni, Ronco di Sopra, Scimiana, Calgiano, Caviano e Scaiano. Dopo la separazione dalla matrice di Vira nel 1558, questa unità amministrativa e religiosa prese il nome di chiesato di S.; nel 1774 si staccarono Ronco de Martignoni, Ronco di Sopra e Scimiana (viceparrocchia di Gerra), nel 1850 Caviano e Scaiano. L'economia era basata sull'agricoltura e la pastorizia, cui si affiancò nel XIX sec. l'emigrazione di decoratori, imbianchini e fumisti verso la Francia. Nella seconda metà del XX sec. S. è divenuto una località a vocazione turistica, con numerose residenze secondarie.


Bibliografia
– V. Gilardoni, p. Rocco da Bedano, «Riviera del Gambarogno», in AST, 39, 1969, 355-376
MAS TI, 3, 1983, 66-77

Autrice/Autore: Graziano Tarilli