05/11/2010 | segnalazione | PDF | stampare

San Nazzaro

Ex com. TI, distr. Locarno, dal 2010 forma con Caviano, Contone, Gerra (Gambarogno), Magadino, Indemini, Piazzogna, Sant'Abbondio e Vira (Gambarogno) il com. di Gambarogno; (1258: sancto Nazario). Situato a metà della riviera del Gambarogno, comprende tra le altre le frazioni di Casenzano, Taverna e Vairano. Il com. di S. fu istituito solo nel 1929 a seguito dell'aggregazione dei com. di Vairano (com. da prima del 1670) e Casenzano (com. dal 1803). Pop: 375 ab. nel 1591, 346 nel 1683, 340 nel 1795, 477 nel 1850, 314 nel 1900, 291 nel 1950, 641 nel 2000. A Vairano sono state rinvenute sepolture (con cinerari) risalenti forse all'età del Bronzo e fittili e monete di epoca romana, a Mossana numerose tombe romane. A Taverna sorgeva una torre (demolita nel XIX sec.), probabilmente donata da Federico I agli Orelli nel 1186; divenuta di proprietà della corporazione dei Nobili di Locarno, fu utilizzata per controllare il traffico commerciale sul bacino superiore del lago Maggiore e lungo la sponda del Gambarogno. Già nel ME S. si sostituì a Vira quale centro della vicinanza del Gambarogno; nel XIII sec. a Taverna, sul sagrato della chiesa, si svolgevano le assemblee della comunità. Quando nel 1487 il Gambarogno si separò da Locarno, S. divenne sede della podesteria e dell'amministrazione della giustizia. Sul piano ecclesiastico fece capo alla matrice di Vira fino al 1558, quando divenne parrocchia autonoma. Menz. nel 1258, la chiesa parrocchiale dei SS. Nazzaro e Celso fu rinnovata e ampliata in stile neoclassico nel 1790. L'economia era basata sull'agricoltura e la pastorizia, cui si affiancò sin dal XV sec. l'emigrazione spec. di muratori e maestri da muro verso l'Italia. Nella seconda metà del XX sec. S. ha conosciuto un'importante crescita demografica. Località a vocazione turistica, ospita alcune strutture alberghiere e numerose residenze secondarie. Nel 2000 ca. i tre quinti dei posti di lavoro erano occupati da pendolari in entrata, tra cui molti frontalieri.


Bibliografia
– V. Gilardoni, p. Rocco da Bedano, «Riviera del Gambarogno», in AST, 39, 1969, 377-394
MAS TI, 3, 1983, 78-89

Autrice/Autore: Graziano Tarilli