Zaeslin [Zaeslein]

Fam. della città di Basilea originaria del Sundgau, ancora esistente all'inizio del XXI sec. I primi esponenti noti furono Nicolaus e Conrad Zesselin, menz. come tributari nel registro fiscale (Gewerfbuch) della città di Mulhouse dal 1418 al 1438. Il capostipite degli Z. di Basilea è Clewin, macellaio, attestato nel 1437, 1450 e 1456 e probabilmente figlio di Nicolaus. Nel 1437 acquistò la casa e la tenuta Zu Schere sul Sankt Leonhardsberg (l'odierno Heuberg). I suoi discendenti furono attivi quali macellai e commercianti di ferramenta. Gli Z. entrarono nel Piccolo Consiglio di Basilea nel 1492. Nel XVI e XVII sec. sette membri della fam. ricoprirono alte cariche cittadine, di cui cinque nel governo. Dal XVII al XIX sec. gli Z. ebbero un ruolo significativo nel commercio (ferro, cereali, sale) e nell'industria (ferro e rame) basilesi.


Archivi
– StABS
Bibliografia
– C. Zaeslein, Geschichte der Familie Zaeslein und Zaeslin, ms., 1986 (presso StABS)

Autrice/Autore: Walter Dettwiler / vwy