26/04/2005 | segnalazione | PDF | stampare | 

Caviano

Com. TI, distr. Locarno; (1258: Caviliano). Situato a mezza costa, con la frazione di Scaiano, è il com. più a ovest del Gambarogno al confine con l'Italia; valico doganale a Dirinella, in riva al lago. Pop: 59 fuochi nel 1591, 249 ab. nel 1808, 332 nel 1850, 272 nel 1900, 184 nel 1950, 111 nel 2000. Nel 1264 e 1365 il vescovo di Como investì le fam. locarnesi Magoria e Duno di parte delle decime del Gambarogno, fra cui quelle riscosse sul territorio di C. e Scaiano. C. fece parte della primitiva parrocchia di Locarno, poi appartenne a quella di S. Abbondio (1558), da cui si separò nel 1850. L'antica chiesa, di fondazione forse preromanica, fu demolita nel 1864, anno in cui fu completata la nuova parrocchiale di S. Maria Nascente. Gli ab. che non emigravano vivevano dell'economia agricola e lacuale. La struttura urbanistica originaria del villaggio è ancora leggibile. Nella località Cento Campi vi erano delle cascine, oggi in rovina, con tetti di paglia tipici dei monti del Verbano.


Bibliografia
– V. Gilardoni, p. Rocco da Bedano, «Riviera del Gambarogno», in AST, 38, 1969, 211-238
MAS TI, 3, 1983, 13-24

Autrice/Autore: Graziano Tarilli