Berzona

Ex comune TI, distretto Locarno, dal 2001 al 2015 formò con Auressio e Loco il comune di Isorno, integrato nel 2016 nel comune di Onsernone; (1265: Berzona). Villaggio adagiato in una conca attorniata da selve castanili a 15 km da Locarno, lungo la strada che porta a Vergeletto e Comologno. Pop: 306 ab. nel 1795, 286 nel 1808, 235 nel 1850, 151 nel 1900, 84 nel 1950, 48 nel 2000. A B. appartiene la frazione di Seghelina, ubicata lungo la strada cant., mentre il villaggio principale si trova leggermente discosto, a monte della stessa. Il com. di B. nacque nel 1803, contemporaneamente alla nascita del cant.; sin dal ME, la squadra di B. faceva parte dell'antico com. di Onsernone. La parrocchia si staccò da Loco nel 1777; la chiesa parrocchiale di S. Defendente fu costruita nel 1564. Degni di nota sono gli oratori di S. Maria (1682) e di S. Maria Lauretana, a Seghelina (1766). A partire dal secondo dopoguerra, quale riflesso dello spopolamento e della conseguente vendita di immobili a persone non originarie della valle, la località è divenuta luogo di dimora di noti personaggi del mondo dell'arte e della cultura, tra cui Alfred Andersch, Golo Mann e Max Frisch. Abbandonate le attività agropastorali tradizionali e cessato l'esodo migratorio, la pop. attiva era costituita alla fine del XX sec. soprattutto da pendolari occupati a Locarno e nei dintorni.


Bibliografia
– L. Regolatti, Il comune di Onsernone, 19642

Autrice/Autore: Vasco Gamboni