Personico

Com. TI, distr. Leventina, situato sul fondovalle sinistro della bassa valle; (1227: Prexonego). Pop: 269 ab. nel 1745, 306 nel 1850, 288 nel 1900, 270 nel 1950, 353 nel 2000. Nel ME P. faceva parte della vicinanza di Giornico, la cui struttura organizzativa sopravvisse fino al 1803. Sul piano ecclesiastico dipese dalla pieve di Biasca fino al 1570, quando la chiesa dei SS. Nazario e Celso (menz. nel 1256, restauri nel 1926 e 1978-79) divenne parrocchia autonoma. Tra il 1736 e il 1869 a P. fu attiva una fabbrica di vetro; su impulso di quest'ultima un'altra vetreria sorse a Lodrino nel 1782. All'economia tradizionale, basata sull'allevamento, si affianc˛ nel XIX sec. lo sfruttamento delle cave di pietra naturale. Tra il 1962 e il 1967 fu costruita la centrale idroelettrica della Nuova Biaschina (diga in val d'Ambra). Dal 1999 Ŕ pure in funzione una centrale idraulica. Nel 2005 il settore primario offriva il 12%, e il secondario il 46% dei posti di lavoro a P. Nel 2000 oltre i tre quarti della pop. attiva erano pendolari in uscita.


Fonti
MDT, serie 1 e 3
Bibliografia
– F. Bernardi, G. Foletti, Le vetrerie di Personico e Lodrino, 1978

Autrice/Autore: Mario Fransioli