11/08/2008 | segnalazione | PDF | stampare | 

Dalpe

Com. TI, distr. Leventina. Villaggio situato a 1192 m su un terrazzo nella regione del Piottino, con la frazione di Cornone; (1217: Albe). Pop: 227 ab. nel 1602, 254 nel 1745, 481 nel 1850, 196 nel 1900, 129 nel 1941, 147 nel 1950, 202 nel 1960, 158 nel 2000. Piccola necropoli della cultura di Golasecca (V sec. a.C.). Nel XIII sec. la mulattiera del San Gottardo saliva da Faido verso la frazione di Cornone per poi proseguire verso Prato. D. faceva parte della degagna di D. e Cornone, nell'ambito della vicinanza di Prato, dalla quale si separ˛ nel 1866 per costituire un com. patriziale autonomo. La primitiva chiesa di D. risale al 1338, mentre quella di Cornone Ŕ della fine del XV sec. La parrocchia fu eretta nel 1640 con la separazione da quella di Prato. L'attuale chiesa parrocchiale dei SS. Carlo e Bernardo Ŕ del 1661. Dalla metÓ del XIX sec. si Ŕ registrato nel com. un forte calo della pop., dovuto all'emigrazione verso la Francia; una certa ripresa ha invece caratterizzato gli anni dal 1941 al 1960, favorita anche dalla presenza di un'impresa edile. La ricomposizione parcellare (1957) ha incrementato la costruzione di residenze secondarie, facendo di D. uno dei luoghi preferiti per la villeggiatura estiva in Leventina. L'allevamento del bestiame, per sec. l'attivitÓ principale, occupa ora poche fam. Una cava di marmo venne aperta verso il 1940 ma fu chiusa quasi subito a causa degli eventi bellici. La strada carrozzabile Ŕ stata inaugurata nel 1904. Nel 1998 sono iniziati i lavori di costruzione di una piccola centrale idroelettrica com., alimentata dalle acque del torrente Piumogna.


Fonti
MDT, serie 1
Bibliografia
– M. Fransioli, Dalpe, storia e immagini di un villaggio alpino, 2002

Autrice/Autore: Mario Fransioli