26/01/2012 | segnalazione | PDF | stampare

Preonzo

Com. TI, distr. Bellinzona; (1335: Prevonzo). Situato sulla sponda destra del fiume Ticino a metÓ strada tra Bellinzona e Biasca. Pop: 402 ab. nel 1850, 315 nel 1900, 347 nel 1950, 484 nel 2000. Nel XIV sec. formava una vicinanza con il com. di Moleno e nel 1335 figurava tra i com. del contado di Bellinzona. Durante il primo periodo di dominazione sviz. (1403-22) P. ottenne da Uri e Obvaldo la codificazione dei suoi statuti e ordini, pur non essendo integrato, a differenza di Moleno, nella Leventina. La chiesa parrocchiale dei SS. Simone e Giuda, consacrata nel 1459, si separ˛ da quella di S. Vittore di Moleno nel 1545 (modifiche nel XVII sec. e restauri nel 1963-66 e 1996-97). Con Gnosca e Moleno P. Ŕ uno dei tre com. del Bellinzonese di rito ambrosiano. Villaggio basato prevalentemente sull'economia alpestre e sull'agricoltura, nel 2005 il settore primario e secondario offrivano, risp., il 13% e il 56% dei posti di lavoro a P. Oltre i tre quarti degli ab. sono pendolari in uscita verso Biasca e Bellinzona.


Fonti
MDT, serie 2
Bibliografia
– Gilardoni, Inventario, 259-267
– M. Frasa et al. (a cura di), Preonzo, 1989

Autrice/Autore: Giuseppe Chiesi