Rothenhausen

Ex Ortsgemeinde TG, dal 1996 parte del com. di Bussnang, distr. Weinfelden; (857: Rotenhuson). Dal 1803 al 1995 la Ortsgemeinde fece parte della Munizipalgemeinde di Bussnang. Comprendeva il villaggio di R., situato a sud della Thur sulla strada Weinfelden-Wil (SG), la vicina frazione di Puppikon e Thurrain, presso il ponte sulla Thur esistente dall'epoca romana. Pop: 238 ab. nel 1850, 268 nel 1900, 303 nel 1950, 317 nel 1990. Nell'alto ME l'abbazia di San Gallo possedeva beni e diritti a R. Il villaggio e la frazione sottostarono ai baroni von Bussnang (fino al 1435), in seguito (fino al 1798) R. condivise le sorti della signoria di Weinfelden (bassa giurisdizione di Bussnang-R.). Fino al 1798 Puppikon appartenne in parte alla signoria di Bürglen (bassa giurisdizione di Mettlen), in parte a Weinfelden e in parte alla giurisdizione indipendente (Freigericht) di Thurlinden. R. fece sempre capo alla parrocchia di Bussnang. Nel 1474 il villaggio ottenne degli statuti. In epoca moderna si praticò soprattutto la cerealicoltura, con il sistema della rotazione triennale delle colture, e poca viticoltura; dalla metà del XIX sec. si diffusero, in misura crescente, l'allevamento, l'economia lattiera e la frutticoltura. Nel 1865 venne allestito un caseificio. La bonifica della palude venne effettuata nel 1921 e la ricomposizione parcellare nel 1941-45. Nel 1966 vennero introdotti un piano regolatore e un regolamento edilizio. Nel XX sec. sorsero piccoli maglifici.


Bibliografia
Thurgauer Zeitung, 6.1.1976 (suppl.)
– H. Lei, Rothenhausen, 1992

Autrice/Autore: André Salathé / sma