Istighofen

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Ex Ortsgemeinde TG, com. Bürglen (TG), distr. Weinfelden; (832: Justineshova). Dal 1816 al 1995 l'Ortsgemeinde fece parte della Munizipalgemeinde di Bussnang. Il villaggio di I. (ponte sulla Thur) e l'insediamento di Moos sono situati a metà strada tra Costanza e Wil (SG). Pop: 200 ab. nel 1850, 166 nel 1870, 186 nel 1900, 241 nel 1950, 449 nel 1990. Nell'alto ME l'abbazia di San Gallo vi possedeva dei beni. La bassa giustizia di I., che comprendeva anche Unterbuhwil, Niederbuhwil, una parte di Moos e Hosenruck, dal tardo ME al 1798 dipese dalla signoria di Bürglen. Il pres. del tribunale veniva nominato a turno da I. e Buhwil. Sul piano ecclesiastico il villaggio faceva capo a Werthbühl, da cui dipendono tuttora gli ab. catt. Dal 1529 i rif. fecero capo alla chiesa di Bussnang, mentre dal 1865 si recarono a Bürglen. Nel 1837 un ponte sostituì il traghetto sulla Thur. Nel villaggio si praticava la cerealicoltura (rotazione triennale delle colture) e un po' di viticoltura; dalla metà del XIX sec. si aggiunsero l'allevamento, l'economia lattiera e la frutticoltura. La ditta Jakob Schmidheiny & Co (a Heerbrugg) rilevò nel 1908 le fabbriche di tegole e di laterizi (giacimenti di argilla a I. e Mettlen) e le incorporò alle Ostschweizer Ziegeleien. Dal 1941 le officine appartennero alle Zürcher Ziegeleien (240 collaboratori nel 1989, 85 nel 2004), che dal 1997 sono denominate ZZ Wancor (dal 1999 un'impresa del gruppo Wienerberger).


Bibliografia
– H. Ausderau, Geschichte der alten Thurbrücke Bürglen-Istighofen Thurgau, 1936
Thurgauer Zeitung, 6.1.1976 (suppl.); 27.2.2002
– R. Gentsch, Istighofen dazumal, 1991
– E. Menolfi, Bürglen, 1996

Autrice/Autore: André Salathé / cmu