Roggwil (BE)

Com. BE, distr. Aarwangen, circoscrizione amministrativa Alta Argovia; (949: Rocchonuuillare). Situato tra i fiumi Roth e Langeten, comprende il villaggio omonimo, la frazione di Kalteherberge e fattorie isolate. Pop: 800 ab. nel 1764, 1739 nel 1850, 2240 nel 1900, 3220 nel 1950, 3600 nel 2000. Diversi reperti romani, in parte non accertati, vennero ritrovati sul Friberg (monete, parte di una strada), nell'Heidengässchen (monete), sull'Hagelberg (probabili resti di un insediamento) e nella cava di ghiaia (pietre di mulini a mano); nei pressi della chiesa vennero inoltre portati alla luce resti di mura di epoca incerta. Nel com. si trova la fortezza, risalente ai sec. centrali del ME, di Chülperg. In quel periodo R. appartenne alla signoria dei baroni von Bechburg; un ramo di questa fam. si diede verosimilmente il nome di cavalieri di R. Questi ultimi furono tra i primi benefattori dell'abbazia di Sankt Urban che, con donazioni e acquisti, trasformò R., dove gestiva un proprio podere, in signoria fondiaria e giurisdizionale (prima del 1250). Per favorire l'irrigazione, il fiume Langeten fu deviato nell'attuale letto, che defluisce a est verso il fiume Murg. Berna, che nel 1406 aveva acquistato dai von Kyburg il langraviato di Borgogna, nel 1413 riorganizzò la giurisdizione a R. nel quadro di un accordo con Sankt Urban: le competenze giur. dell'abbazia vennero limitate drasticamente; da quel momento R. costituì con Wynau una bassa giurisdizione, sottoposta dapprima al baliaggio bernese di Wangen e poi a quello di Aarwangen (tra il 1580 e il 1590). I diritti del com. relativi allo sfruttamento dei boschi dell'abbazia furono fissati per iscritto nel XV sec., dopo alcune liti (inventari di beni del 1441-80 e 1494). La chiesa, menz. nel 1201, fu una filiale della chiesa di Wynau; R. divenne un com. parrocchiale autonomo - con Balzenwil, Gruben e Walliswil (fino al 1824) - solo nel 1664. L'attuale chiesa parrocchiale fu costruita nel 1664-65, quella catt. nel 1973 e quella neoapostolica nel 1985.

Nel 1798, durante l'Elvetica, R. auspicò l'annessione al cant. Argovia, ma fu attribuito al distr. di Langenthal; nel 1803 passò al baliaggio (Oberamt) di Aarwangen (fino al 1820 con Wynau). Nel 1798 cedette la zona di Sängi al com. di Untersteckholz. Oltre che dall'agricoltura, nel XVIII-XIX sec. la pop. trasse il proprio sostentamento dalla tessitura a domicilio. I collegamenti alla linea ferroviaria Olten-Berna (1857) e alla ferrovia a scartamento ridotto Langenthal-R.-Melchnau (1917) favorirono lo sviluppo del settore industriale (tessitura di cotone, 1862; fabbriche di laterizi, 1904; fabbrica di macchine, 1924). Il settore agricolo perse la sua importanza nel XX sec.; nel 2005 i settori secondario e terziario offrivano ciascuno il 48% dei complessivi 1269 posti di lavoro nel com. Il patrimonio architettonico del villaggio comprende fattorie, edifici industriali e case operaie (sorte dopo il 1870 nei nuovi quartieri, ad esempio nel Rotbrüsteli); le fabbriche sono situate soprattutto nel quartiere industriale di Brunnmatt. La crescita del com. ha comportato il potenziamento delle infrastrutture con la costruzione del complesso della scuola secondaria (1962), del palazzo com. (1965), della casa per anziani (1985) e di una piccola centrale idroelettrica com. (1987).


Bibliografia
Chronik der Gemeinden des Kantons Bern, 1, 1951, 160-163
– K. H. Flatt, Die Errichtung der bernischen Landeshoheit über den Oberaargau, 1969
Der Amtsbezirk Aarwangen und seine Gemeinden, 1991
– AA. VV., Bauinventar der Gemeinde Roggwil, 1994
– S. Kuert, Roggwil im Wandel der Zeit, 2006

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / cne