15/12/2011 | segnalazione | PDF | stampare

Berg (TG)

Com. TG, distr. Weinfelden; (796: Berga). Il com., esistente dal 1995, comprende l'ex Munizipalgemeinde di B. con le sue ex Ortsgemeinden B., Andhausen, Graltshausen e Mauren, la Ortsgemeinde di Guntershausen bei Birwinken (oggi Guntershausen bei Berg), che in precedenza apparteneva all'ex Munizipalgemeinde di Birwirken, e inoltre la frazione di Beggelschwilen. La Ortsgemeinde di Weerswilen, che faceva parte della Munizipalgemeinde di B., appartiene dal 1995 a Weinfelden. L'ex Ortsgemeinde di B., insediamento sparso sull'Ottenberg, sorge lungo la strada Kreuzlingen-Weinfelden e si compone di B., Heimenlachen, Kehlhof e alcune singole fattorie. Pop: 1374 ab. nel 1850, 1767 nel 1910, 1690 nel 1950, 1953 nel 1980, 2517 nel 1990 (ex Munizipalgemeinde); 440 ab. nel 1850, 833 nel 1910, 795 nel 1950, 1142 nel 1980, 1575 nel 1990 (ex Ortsgemeinde).

Sono state rinvenute tracce di insediamenti dell'età della Pietra e reperti sparsi dell'età del Bronzo. Nell'alto ME B. e i suoi dintorni appartenevano al vescovo di Costanza e si collocavano alla frontiera meridionale della Bischofshöri. Si suppone che il castello edificato intorno al 1600 sia stato preceduto da una fortificazione risalente al XII/XIII sec. Il castello e la signoria con i villaggi di B., Andhausen e Donzhausen e parti di Andwil (TG), Mauren e Mattwil furono detenuti in feudo dal capitolo di Costanza fino al 1798. Le circostanze che portarono al distacco dall'amministrazione vescovile e alla costituzione della signoria, attestata dal 1386, rimangono oscure. Fra i signori vi furono gli Egli, di Zugo (1518-67), i Brümsi von Herblingen (1586-1653/56) e i von Thurn-Valsassina (1676-1798). Nel 1506 fu istituita una prebenda in favore dell'altare di S. Maurizio della cappella, sorta probabilmente nell'XI sec., cosicché a B., una filiale di Sulgen, fu possibile assumere un cappellano. Dopo la Riforma del 1529 - alla quale la pop. aderì, mentre la signoria giudiziaria rimase in mano catt. - e fino al 1575 le funzioni religiose si svolsero in modo irregolare. Fino alla fondazione della parrocchia rif. nel 1851 (B., Andhausen, Mauren, Weerswilen) B. fece capo a Sulgen. La parrocchia catt., nata nel XVI/XVII sec., comprendeva inoltre anche Altishausen, Birwinken, Dotnacht, Graltshausen, Guntershausen, Hugelshofen e Mattwil. La chiesa rif. venne utilizzata in modo paritario fino al 1935, anno in cui fu costruita una chiesa catt. La frutticultura (distilleria), l'allevamento (caseificio aperto nel 1899) e, fino al 1900, la viticoltura costituivano i settori agricoli più importanti. Nel 1865 ca., con l'industrializzazione, sorsero la fabbrica di tegole Brauchli e intorno al 1900 diverse aziende attive nel settore del ricamo. Dal 1911 le stazioni di Kehlhof e di B. sono collegate alla ferrovia della Turgovia centrale. In tempi recenti un moltiplicatore d'imposta basso e l'ubicazione attrattiva hanno favorito una forte crescita demografica e la formazione di nuovi quartieri residenziali. Nel 1990 sia il secondario che il terziario occupavano ciascuno il 45% della pop. attiva di B.


Bibliografia
– J. G. Kreis, Geschichte der ursprünglichen Kirchhöre Sulgen, 1896
– P. Braun, H. Widmer, 100 Jahre Wasserversorgung Berg, 1988
– B. Giger Gerichtsherren, Gerichtsherrschaften, Gerichsherrenstand im Thurgau vom Ausgang des Spätmittelalters bis in die frühe Neuzeit, 1993, spec. 79-81

Autrice/Autore: Gregor Spuhler / oma