03/02/2012 | segnalazione | PDF | stampare

Reisiswil

Com. BE, distr. Aarwangen, circoscrizione amministrativa Alta Argovia; (1194: Richolsiswillare). Situato in collina, a una quota compresa tra 640 e 782 m (torre d'osservazione), R. comprende, oltre al cosiddetto Dörfli, anche varie frazioni, tra cui quelle di Gstell, Gemeindeweid e Adlihubel. Pop: 200 ab. nel 1764, 355 nel 1850, 303 nel 1900, 234 nel 1950, 197 nel 2000. Alcuni beni a R., appartenente alla signoria di Langenstein-Grünenberg, vennero donati ai conventi di Sankt Urban (XII sec.) e soprattutto di San Gallo. Essi erano amministrati dalla corte (Kelnhof) sangallese di Rohrbach; i signori von Grünenberg assunsero il ruolo di balivi. Unitamente a Rohrbach, sotto i loro eredi il villaggio passò a Berna, che nel 1504 sottopose il quartiere di R. alla bassa giurisdizione di Rohrbach e, per l'alta giustizia, al baliaggio di Wangen. Sul piano ecclesiastico R. fece capo a Grossdietwil e, dal 1528, a Melchnau. Dal 1798 al 1815 il territorio del com. fece politicamente parte di Melchnau nel quadro del com. parrocchiale, incorporato nel distr. elvetico di Langenthal, e poi, dal 1803, nel baliaggio (Oberamt) di Aarwangen. Nel XIX sec. la sussistenza della pop. in crescita si basò, oltre che sulla campicoltura, sulle entrate accessorie garantite dalla lavorazione della paglia e dalla filatura del crine di cavallo. In seguito l'emigrazione e, nel corso del XX sec., la riduzione della forza lavoro nelle fattorie portarono a un calo demografico nel villaggio agricolo, in cui ancora nel 2005 il settore primario offriva il 70% dei posti di lavoro.


Bibliografia
Der Amtsbezirk Aarwangen und seine Gemeinden, 1991
– H. Schneeberger, Bauinventar der Gemeinde Reisiswil, 2004

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / sma