Gündelhart-Hörhausen

Castello, antica signoria ed ex Ortsgemeinde, dal 1999 parte del com. di Homburg (TG); (ca. 880: Gundelinhart). Situati sul Seerücken a sud di Steckborn, i villaggi di Gündelhart e Hörhausen formarono dal 1803 al 1998 una Ortsgemeinde della Munizipalgemeinde di Steckborn, chiamata fino al 1953 Gündelhart e in seguito G. Pop: 246 ab. nel 1850, 245 nel 1900, 345 nel 1950, 467 nel 1990. L'abbazia di Reichenau possedeva beni a G. Dopo diversi cambi di proprietà, al più tardi verso il 1510 i Lanz von Liebenfels divennero signori di Gündelhart, scorporato nel 1572 dalla signoria di Liebenfels per costituirne una propria. Dal 1622 al 1798 la bassa giustizia di Gündelhart e il castello (costruito nel 1645-46) appartennero principalmente alla fam. von Beroldingen. Sul piano ecclesiastico, Gündelhart fece capo a Pfyn fino al 1523, quando costituì una parrocchia autonoma; nel 1869 Hörhausen passò da Pfyn a Gündelhart. Malgrado l'adesione alla Riforma (1528-29), il signore giustiziere ottenne il ritorno del villaggio alla fede catt. nel 1531. Nel XIX sec. l'allevamento, l'economia lattiera e la frutticoltura sostituirono progressivamente la viticoltura e la campicoltura; nel 1891 fu fondata una cooperativa di allevatori. All'inizio del XX sec. l'immigrazione di contadini bernesi mutò gli equilibri confessionali, mentre rimase invariata la struttura economica basata sull'agricoltura e l'artigianato. Alla fine del XX sec. G. ha conosciuto uno sviluppo residenziale.


Bibliografia
– AA. VV., 1100 Jahre Gündelhart, 1982
– B. Giger, «Gerichtsherren, Gerichtsherrschaften, Gerichtsherrenstand im Thurgau», in ThBeitr., 130, 1993, 88 sg.
MAS TG, 6, 2001, 111-125, 130 sg.

Autrice/Autore: Verena Rothenbühler / ato