Weiningen (TG)

Ex Ortsgemeinde TG, com. Warth-W., distr. Frauenfeld; (1219: Winingin). Situato 3 km a nord di Frauenfeld, su una collina tra la valle del Seebach e quella della Thur. Dal 1803 al 1994 la Ortsgemeinde di W., con Nergeten e Weckingen, fece parte della Munizipalgemeinde di Pfyn. Dal 1995 le Ortsgemeinden di Warth e W. formano un com. Pop: 305 ab. nel 1831, 316 nel 1850, 336 nel 1900, 343 nel 1950, 490 nel 1990. Dal pieno ME al 1798 la località appartenne alla signoria giurisdizionale di Ittingen. La cappella di S. Nicolao di W. è menz. la prima volta nel 1486. Sul piano ecclesiastico il villaggio fece capo a Pfyn fino al 1992, ma dalla Riforma (1529) al 1567 fu servito dal parroco catt. di Hüttwilen. Dal 1993 costituisce un com. parrocchiale autonomo. Accanto alla campicoltura, alla praticoltura e alla frutticoltura, fino alla fine del XIX sec. a W. fu praticata anche la viticoltura, che dovette essere abbandonata in seguito a un'infestazione di fillossera. Nel XIX sec. acquisirono importanza l'allevamento e l'economia lattiera. Nel villaggio sorsero un caseificio (1883) e un frutteto a basso fusto (1958). Tra il 1979 e il 2000 furono effettuate migliorie fondiarie. W. è sede di imprese edili, un cementificio e una falegnameria.


Bibliografia
Thurgauer Zeitung, 15.1.1971
– AA. VV., Wenn Wasser Wii wär...: Geschichte und Geschichten aus Warth und Weiningen, 1998
MAS TG, 6, 2001, 470-479

Autrice/Autore: Erich Trösch / lta