29/01/2009 | segnalazione | PDF | stampare

Müllheim

Com. TG, distr. Steckborn; (1254: Mulhain). Situato sul versante meridionale del Seerücken, il com. comprende Maltbach e Grüneck. Nel 1967 la Munizipalgemeinde di M. (1803-1967) si è unita alle Ortsgemeinden di Langenhart e M. (1803-1967) per formare il com. politico (Einheitsgemeinde) di M. Pop: (ex Munizipalgemeinde) 873 ab. nel 1850, 1464 nel 1900, 1541 nel 1950, 1511 nel 1960; (ex Ortsgemeinde) 863 ab. nel 1831, 783 nel 1850, 1061 nel 1860, 821 nel 1870, 1397 nel 1900, 1343 nel 1910, 1486 nel 1950, 1475 nel 1960; (com. di M.) 1620 ab. nel 1970, 2398 nel 2000. Nel XIII e XIV sec. sono menz. i ministeriali von M. I conti von Kyburg (in seguito Asburgo) esercitarono l'avogadria sul villaggio fino al 1460, quando venne riacquistato dall'abbazia di Reichenau. L'abbazia e poi il vescovo di Costanza, suo successore legale dal 1540 al 1798, furono signori fondiari e giustizieri (statuti com. del 1475). Sul piano ecclesiastico M. probabilmente dipese dapprima da Pfyn, divenendo poi, con la costruzione della chiesa (ca. 1340), una parrocchia autonoma, che comprendeva Hüttlingen (fino al 1483) e Langenhart. Nel 1528 aderì alla Riforma. I diritti di collazione passarono al vescovo di Costanza (1540), poi al cant. Turgovia (1804) e infine al com. parrocchiale (1830). Dal 1607 fu reintrodotta la messa catt.; la chiesa di S. Verena fu utilizzata da entrambe le confessioni fino alla costruzione della chiesa catt. (1967). La quota di rif., diminuita notevolmente nel corso del XX sec., attorno al 2000 ammontava solo a ca. la metà della pop. Fino al 1798 M. eleggeva tre borgomastri (il cellerario, il tesoriere e il sovrintendente della Thur). Il com. aveva il diritto di imporre multe e alcune pene corporali. Nel 1800 acconsentì al riscatto dei diritti di pascolo. A M. venivano praticate la campicoltura, la viticoltura, la frutticoltura, la coltivazione del lino e della canapa come pure la selvicoltura e l'economia lattiera (caseificio). Nel com., che ospitava due fiere annuali, erano anche presenti attività artigianali e alcune locande. Inaugurata nel 1855, la stazione ferroviaria M.-Wigoltingen favorì l'insediamento della fabbrica di tele Grüneck (1857). Nel 1979 sorse la tessitura Grüneta AG (fallita nel 2004). Fondata nel 1870, la fabbrica di utensili Utilis Müllheim (soc. anonima dal 1915) nel 2000 impiegava 40 collaboratori. Furono attive anche manifatture di ricamo (attorno al 1900), un'officina per la tornitura (1909-16) e una fabbrica di macchine (1906-09). Dal 1954 un'azienda produce mobili in acciaio, dal 1991 un'altra ricicla rifiuti industriali. Lungo le vie di transito le aziende di servizi hanno sostituito le botteghe degli artigiani. L'espansione dei quartieri di case unifam. è all'origine di conflitti locali legati alle strade di quartiere.


Bibliografia
700 Jahre Kirche St. Verena Müllheim, 1978
– H. Blöchlinger, Zur Geschichte der katholischen Kirchgemeinde Müllheim, 1993
MAS TG, 6, 2001, 222-233
Thurgauer Zeitung, 1.3.2004

Autrice/Autore: Erich Trösch / srg