Nussbaumen

Ex Ortsgemeinde TG, com. Hüttwilen, distr. Steckborn; (857: Nuzpouma). Situato nella valle del Seebach, dal 1803 al 1851 fece parte (dal 1812 con Steinegg) della Munizipalgemeinde di Eschenz e dopo la spartizione di quest'ultima e fino al 1996 della Munizipalgemeinde di Hüttwilen. Pop: 458 ab. nel 1850, 372 nel 1900, 356 nel 1950, 456 nel 1990. Dal 1162 titolare delle decime di N. fu l'abbazia di San Gallo. Nel 1216 la bassa giustizia nel baliaggio di N. era esercitata da Diethelm von Steinegg; nel 1348 il baliaggio apparteneva a Hartmann von Gachnang e nel XV sec. fra l'altro ai von Klingenberg. Nel 1583 Zurigo acquisì N. e la sottopose fino al 1798 al balivo (Obervogt) di Steinegg. La cappella di S. Leonardo, eretta nel 1000 ca., dopo la Riforma (1524) rimase a lungo inutilizzata, dal momento che N. dipese da Stammheim fino al 1823, quando formò una comunità rif. con Uerschhausen. Il com. possedeva beni nello Schomatwald e l'area torbosa (Turbenland). Verso il 1750 gli ab. lavoravano in campi di canapa e vigneti; nel XX sec. cominciò la coltivazione del tabacco e vennero effettuati vasti lavori di bonifica. Nel 1897 a N. si trovavano sei stabilimenti di ricamo, divenuti 13 (con l'aggiunta di un mulino) nel 1912. All'inizio del XXI sec. erano attivi a N. una fabbrica di cinture e un vivaio.


Bibliografia
– A. Vögeli, Nussbaumen 858-1958, 1958
MAS TG, 6, 2001, 176-193

Autrice/Autore: Erich Trösch / vfe