10/09/2013 | segnalazione | PDF | stampare | 

Ringgenberg, von

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da un’immagine. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

Fam. nobile, i cui esponenti, dal 1231 detentori del baliaggio imperiale di R. nella zona del lago di Brienz e noti dapprima come balivi von Brienz, presero il nome di von R. nel 1240 ca. dopo essersi trasferiti nella fortezza di R. sopra Ringgenwil; (1262: Ringenberc). L'origine della fam. baronale è controversa; sulla base di legami documentabili solo sul piano storico-fondiario con una coppia di fratelli della fam. nobile von Oppligen (menz. nel 1146), si può supporre provenisse dal cant. Uri o dal Seeland bernese. Già nel XII sec. un ramo del casato si sarebbe stabilito sulla riva destra del lago di Brienz. Un'altra linea della fam. è nota dall'inizio del XIII sec. in Vallese con il nome di von Raron, anche se un suo legame con questo ceppo è attestato solo nel 1219 da un lato con i fratelli Cuno e Arnold von Brienz, fondatori di una casa dell'ordine di S. Lazzaro a Seedorf (UR), e dall'altro con Rudolf e Heinrich von Raron. L'antico allodio della fam. von Brienz comprendeva la piena signoria sulla sponda destra e su quella superiore del lago di Brienz, nonché beni a Untervaldo, Uri e nella regione del lago di Bienne. I von R. strinsero alleanze matrimoniali con i baroni von Wädenswil, con il casato di Landamani untervaldesi von Hunwil e soprattutto con altre fam. nobili di cavalieri. Attorno al 1250 i von R. sembra fossero in rapporti di dipendenza feudale con i conti von Kyburg.

Johannes ( -> 2) acquisì, in qualità di vassallo dell'imperatore Enrico VII, il diritto di incasso su tutti i feudi imperiali alienati in Borgogna, un diritto che però non poté far valere. Nel XIV sec., nell'ambito dei crescenti conflitti fra la città di Berna e la signoria austriaca per l'egemonia nell'Oberland bernese, cercò di tutelare i propri interessi destreggiandosi sul piano politico. Dopo il 1315, quando gli Asburgo-Austria rinunciarono a una supremazia nell'Oberland bernese e Berna gli subentrò, Johannes prese le distanze dalla città, divenendo vassallo di Ludovico il Bavaro, imperatore non riconosciuto dall'autorità bernese. Il peggioramento della situazione economica della fam., documentabile già prima della metà del XIV sec., si aggravò ulteriormente con il figlio di Johannes, Philipp II (menz. dal 1331 al 1374), che cercò appoggi politici attraverso alleanze matrimoniali con il casato dei von Hunwil di Untervaldo. Nel 1351 cedette in pegno una parte della signoria e la fortezza alla prepositura di Interlaken. Quando suo figlio Petermann (menz. dal 1358 al 1390 ca.), cittadino di Thun (1378) e Berna (1386), cercò di migliorare le finanze dei von R. aumentando i tributi prelevati, provocò una rivolta dei sudditi del baliaggio (affare di Ringgenberg, 1380-81). Petermann morì senza eredi maschi nel 1390/91. Le figlie Beatrix e Ursula tennero il feudo imperiale di R. fino al suo acquisto da parte del convento di Interlaken (1411 e 1439).


Bibliografia
– R. Durrer, «Die Freiherren von Ringgenberg, Vögte von Brienz, und der Ringgenberger Handel», in JSG, 21, 1896, 195-392
– D. Rogger, Obwaldner Landwirtschaft im Spätmittelalter, 1989, 104-115

Autrice/Autore: Franziska Hälg-Steffen / vfe