Kaiserstuhl, von

Fam. nobile, di cui sono attestate le ultime tre generazioni tra la metà e la fine del XIII sec. La genealogia non è chiara; i von K. erano imparentati con i baroni von Tengen e forse anche con i von Regensberg, i von Wart, dai quali si separarono probabilmente cambiando nome nella prima metà del XIII sec., e i cavalieri von Teufen. Possedettero beni in più località sulle due rive del Reno e nella Foresta Nera meridionale e furono balivi del convento di Wislikofen a Fisibach. Nel 1254 Rudolf cedette quasi tutti i beni della fam. al convento di Wettingen. Gli altri membri della fam. non svolsero attività di rilievo; quasi tutti gli esponenti dell'ultima generazione furono ecclesiastici. Recenti studi negano che la fortezza di K. sia passata ai von Regensberg attraverso il matrimonio di un loro esponente con l'ereditiera Adliburg, poiché l'appartenenza di quest'ultima alla fam. von K. non è provata.


Bibliografia
– W. Merz, «Freie von Kaiserstuhl», in GHS, 1, 398-400; 3, 409 (con tav. genealogica)
– H. Naumann, «Kaiserstuhl», in ZGO, 116, 1968, 165-186
– H. Naumann, «Die Gründung der Stadt Kaiserstuhl», in ZGO, 118, 1970, 67-87

Autrice/Autore: Franziska Hälg-Steffen / ato