Obersteckholz

Com. BE, distr. Aarwangen; (1255: Stechcholz). Insediamento sparso, che comprende il villaggio di O., le frazioni di Habkerig, Kleben, Wald, Herrengasse e Hübeli e alcune fattorie isolate. Pop: 381 ab. nel 1764, 640 nel 1850, 523 nel 1900, 479 nel 1950, 398 nel 2000. O. fece parte dei possedimenti dei baroni von Langenstein, che nel 1194 cedettero beni e diritti di giustizia al convento di Sankt Urban, da loro fondato. Per la bassa giustizia O. e Untersteckholz dipesero da Langenthal, che faceva capo a Sankt Urban, mentre per l'alta giustizia dal baliaggio bernese di Wangen (dal 1406). Nel 1798 O. fu attribuito al distr. di Langenthal (1798), in seguito al baliaggio (Oberamt) di Aarwangen (1803). Dal 1831 costituisce un com. autonomo. Sul piano ecclesiastico fa parte alla parrocchia di Lotzwil. Fino al 1790 e di nuovo dal 1975 O. condivise con Untersteckholz la scuola e una cooperativa agricola. L'agricoltura, principale fonte di guadagno della pop. (70% ca. degli impieghi nel 2005), nel XVIII e nel XIX sec. fu integrata dal lavoro a domicilio (tessitura di lino, industria della paglia) e all'inizio del XXI sec. da piccole imprese artigianali e da attività svolte fuori com (ca. tre quarti dei pendolari nel 2000).


Bibliografia
– K. H. Flatt, Die Errichtung der bernischen Landeshoheit über den Oberaargau, 1969
Der Amtsbezirk Aarwangen und seine Gemeinden, 1991
– B. Mutter, P. Bannwart, Bauinventar der Gemeinde Obersteckholz, 1998

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / mdi