08/04/2010 | segnalazione | PDF | stampare

Münchwilen (TG)

Com. TG, distr. M.; (1160: Munchiwillar). Situato a nord ovest di Wil (SG) nella valle della Murg, comprende M., Oberhofen bei Münchwilen e Sankt Margarethen e le frazioni di Freudenberg, Holzmannshaus (Hofen-Holzmannshaus), Mezikon, Mörikon, Pfannenstil e Sedel. Tra il 1803 e il 1950 costituì una Ortsgemeinde della Munizipalgemeinde di Sirnach. Dopo un processo durato dal 1812 al 1824, M. si aggregò al com. di Mezikon. Nel 1950 le Ortsgemeinden di M., Oberhofen e Sankt Margarethen si unirono nel com. politico (Einheitsgemeinde) di M., malgrado l'opposizione delle altre Ortsgemeinden della Munizipalgemeinde di Sirnach. Pop: (com.) 2540 ab. nel 1950, 4553 nel 2000; (Ortsgemeinde) 400 ab. nel 1850, 585 nel 1900, 1046 nel 1941.

Nel 1160 e nel 1170 sono attestati a M. beni dell'abbazia di San Gallo. Dal tardo XV sec. al 1798 M. fece parte delle cosiddetta alta giurisdizione del Tuttwilerberg, in cui il balivo conf. o il suo luogotenente, residente a Hofen, esercitavano l'alta e la bassa giustizia. Sul piano ecclesiastico, fino all'istituzione della comunità evangelica di M.-Eschlikon nel 1935 (comprendente Oberhofen, Sankt Margarethen e Wallenwil) M. condivise il destino della parrocchia di Sirnach, passata prima alla Riforma, poi paritetica. Nel 1937 fu costruita la chiesa rif., nel 1968 quella catt. L'energia idraulica della Murg (un mulino è menz. nel 1601), la costruzione del ponte che collega M. a Oberhofen (1774) e della strada Wil-Winterthur (1785) permisero lo sviluppo del settore alberghiero, dell'artigianato e dell'industria. Da una filatura di cotone fondata nel 1817 sorsero la tessitura Heitz (con succursale a Sankt Margarethen) e la filanda Zellweger. Nel 1866 la ditta Wäffler-Egli era dotata di 5228 fusi, mentre la J. Heitz & Cie occupava un migliaio di tessitori a domicilio. Nel 1871 il centro industriale di M. fu scelto invece di Tobel quale capoluogo del distr. L'apertura della linea ferroviaria Frauenfeld-Wil (1887) ha probabilmente favorito il forte sviluppo verificatosi verso il 1900. Le ditte legate all'industria e all'artigianato hanno sede nel centro del villaggio, tra queste la Johnson Diversey, produttrice di detergenti, nata dalla fabbrica di aceto Sutter (1858), la Swisstulle AG (1913, fino al 2002 Soc. sviz. per l'industria del tulle) e la fabbrica di lampadari e oggetti in metallo Huco AG (1927). M. è collegato all'autostrada A1 dal 1969.


Bibliografia
– H. Greuter, Entstehung der evangelischen Kirchgemeinde Münchwilen und Baugeschichte der Kirchen in Münchwilen und Eschlikon, 1938
– K. Tuchschmid, «Von der Gemeinde Mezikon», in Hinterthurgauer Heimatblätter, 1954, n. 75, 297-299; n. 76, 302-304
MAS TG, 2, 1955, 267-277
150 Jahre Schulgemeinde Münchwilen, 1991
– V. Künzler, Geschichte der Einheitsgemeinde Münchwilen und der früheren Ortsgemeinden St. Margarethen, Mezikon, Oberhofen, Holzmannshaus, Münchwilen, 1999

Autrice/Autore: Gregor Spuhler / ato