29/10/2002 | segnalazione | PDF | stampare | 

Bichelsee

Ex Ortsgemeinde e Munizipalgemeinde TG, dal 1996 com. B.-Balterswil, distr. Münchwilen. Dal 1803 al 1995 Ortsgemeinde della Munizipalgemeinde di B. e di Balterswil; all'Ortsgemeinde appartenevano, oltre a B., villaggio compatto sulla strada Turbenthal-Wil (SG), le frazioni Höfli, Niederhofen am B. e Itaslen; (894: Pichelense). Pop. della Munizipalgemeinde: 1071 ab. nel 1850, 953 nel 1870, 1205 nel 1900, 1442 nel 1910, 1417 nel 1950, 1554 nel 1970, 2065 nel 1990. Pop. dell'ex Ortsgemeinde: 605 ab. nel 1870, 728 nel 1900, 782 nel 1910, 691 nel 1950, 696 nel 1970, 935 nel 1990.

Nell'alto ME B. fu donata dagli Udalrichingen al convento di San Gallo; nel basso ME i signori von B. si stabilirono nella fortezza (Alt-)B. e rimasero al servizio dell'abbazia; agli inizi del XIII sec. eressero la rocca Neu-B. (già distrutta dagli Asburgo nel 1274). Nel 1358 Hermann IV von Landenberg-Greifensee acquistò l'Alt-B. con tutti i diritti e possedimenti, compreso il baliaggio di Balterswil; nel 1407 la fortezza fu data alle fiamme dagli Appenzellesi. Dopo la ricostruzione, negli anni 1419-21 l'abbazia di Fischingen comprò la rocca, la signoria e la parrocchia (che incorporò); fino al 1798, B. - salvo Itaslen, situata nel baliaggio di Tannegg e autonoma fino al 1812 - appartenne perciò alla vecchia giurisdizione di Fischingen. La parrocchia (attestata dal 1275) e la chiesa (dedicata a S. Nicola, più tardi a S. Biagio) sorsero presumibilmente nel XII sec. Sotto la guida del convento di Fischingen, che provvide alla cura delle anime fino al 1769, B. aderì alla Riforma (1529) ma poi tornò alla fede catt. (dal 1542); dal 1550 la comunità rif. dipende da Dussnang. Anche dopo la ricostruzione (1864) e fino al 1954 S. Biagio continuò a ospitare le funzioni religiose di entrambe le confessioni; la chiesa evangelica fu eretta nel 1960 secondo le concezioni di Le Corbusier. Alla fine del XX sec. il piccolo artigianato e l'agricoltura (un tempo campicoltura e frutticoltura, dalla fine del XIX sec. economia lattiera) costituivano ancora l'attività economica principale; i primi grandi raggruppamenti fondiari nella Munizipalgemeinde risalgono al 1979. Nella prima parte del XIX sec. e intorno al 1900 fonti di guadagno accessorie furono risp. la tessitura domestica e i ricami. Nel 1899 Johann Evangelist Traber fondò a B. la prima delle casse Raiffeisen sviz. Attualmente il datore di lavoro più importante è il maglificio Traxler AG, fondato nel 1908 come fabbrica di ricami. Dal 1970 nuovi arrivi e la costruzione di case unifam. hanno trasformato B. in com. rurale residenziale: nel 1990 il 62 % della pop. dellaOrtsgemeinde lavorava fuori com.


Bibliografia
– R. Braun, Die Geschichte der Herrschaft und Gemeinde Bichelsee, 1925
– H. Specker, Geschichte der katholischen Pfarrei Bichelsee, 1956
– M. Gmünder, 1100 Jahre Bichelsee, 894-1994, 1994

Autrice/Autore: Gregor Spuhler / vfe