Engwilen

Ex Ortsgemeinde TG, com. Wäldi, distr. Kreuzlingen; (tra il 1301 e il 1307: Engwille). E., incorporata nel 1995 al com. di Wäldi, è situata sul versante meridionale del Seerücken, in prossimità dell'autostrada Winterthur-Costanza. Pop: 161 ab. nel 1850, 163 nel 1900, 175 nel 1950, 170 nel 1990. Nel ME si trovava al margine sudorientale del territorio della Bischofshöri e faceva parte di Gottlieben, un baliaggio del vescovo di Costanza. Fino al 1798 la bassa giurisdizione fu concessa in feudo dal vescovo alle tre fam. libere degli Egloff, Engwiler e Meyer. Gli ordini com. del 1532 definivano i doveri nei confronti della cattedra episcopale: in caso di viaggi del vescovo, per esempio verso Roma, gli ab. erano tenuti a fornirgli una bestia da soma. A maggioranza rif., E. è tuttora affiliata alla parrocchia di Lipperswil: i pochi ab. catt. erano parrocchiani di Homburg e dal 1869 sono integrati nella parrocchia catt. di Kreuzlingen-Emmishofen. Nel XIX sec. la campicoltura fu abbandonata a favore dell'economia lattiera, dell'allevamento e della frutticoltura. Nel 1955 si stabilì a E. la ditta di costruzioni in metallo Paul Zöllig AG (oggi Thur Metall AG). In tempi recenti, il villaggio rurale ha assunto un carattere residenziale.


Bibliografia
– H. Maurer, «Die Bischofshöri», in Freiburger Diözesan-Archiv, 100, 1980, 19-21
Hinweisinventar alter Bauten und Ortsbilder im Kanton Thurgau, ms., 1997 (presso StATG)

Autrice/Autore: Verena Rothenbühler / mdi