02/06/2009 | segnalazione | PDF | stampare | 

Lotzwil

Com. BE, distr. Aarwangen; (1194: Locewillare). Il com. politico è costituito dal villaggio agglomerato sulla Langeten, mentre quello parrocchiale comprende anche Gutenburg, Rütschelen e Obersteckholz. Pop: 500 ab. nel 1764, 1127 nel 1850, 1328 nel 1900, 2121 nel 1950, 2334 nel 2000. L'abbazia di Sankt Urban e la commenda di Thunstetten figurarono tra i proprietari terrieri a L.; le terre e i diritti di giustizia, un tempo proprietà dei baroni von Langenstein, furono ceduti più tardi a baroni imparentati (come i von Utzigen e i von Balm, dal 1370 i von Grünenberg e i von Aarburg). Thüring von Aarbug vendette nel 1431 L. a Burgdorf, che lo riunì con L., Gutenburg, Kleindietwil, Rütschelen, Thörigen e Bettenhausen in un unico baliaggio, amministrato da un membro del Consiglio di Burgdorf. Per l'alta giustizia fece capo al baliaggio bernese di Wangen, con cui nel XVII e XVIII sec. vi furono conflitti di interesse in merito ai diritti di bassa giustizia di Burgdorf. Dopo la soppressione del baliaggio nel 1798, L. fu attribuito al distr. di Langenthal e nel 1803 al baliaggio (Oberamt) di Aarwangen. La chiesa (menz. nel 1194; edificio del 1682-83 con costruzioni precedenti dell'alto e tardo ME) passò nel 1259 per donazione dai signori von Balm e von Grünenberg alla commenda gerosolimitana di Thunstetten e, dopo la Riforma, a Berna (1528). Parte del com. parrocchiale di Herzogenbuchsee, Rütschelen si unì nel 1549 (definitivamente nel 1585) alla parrocchia di L., meno distante. Liti legate ai diritti di sfruttamento delle acque della Langeten nacquero spesso all'interno del villaggio stesso come pure con Sankt Urban e con i com. vicini (1431, 1593, 1693-99). In cambio degli antichi diritti di uso, il com. ottenne nel 1701 terreni boschivi da Burgdorf; in seguito a un conflitto sorto nel 1736 tra contadini e Tauner, fu introdotto un regolamento per lo sfruttamento delle nuove proprietà. Grazie a una spartizione effettuata nel 1767 fu possibile sfruttare più intensamente i beni comuni. La prossimità di L. a Langenthal favorì nel XVIII sec. la filatura e la tessitura del lino a domicilio. Nel XIX sec., spec. dopo l'apertura della linea ferroviaria Langenthal-Huttwil-Wolhusen (1889), accanto a piccole imprese a L. si sviluppò un'attività industriale con, tra l'altro, una fabbrica di zoccoli (1875), una di panno (1889), una manifattura del cuoio (1930) e una fabbrica di macchine da cucina. Tra queste aziende più antiche, solo una fabbrica di tralicci è tuttora in esercizio; nuove ditte insediatesi a L. sono attive nel settore delle materie plastiche, delle macchine di precisione, degli impianti di riscaldamento, affiancate da imprese commerciali di elettronica e di abbigliamento di protezione. Sull'onda del continuo aumento di pendolari in uscita verso Langenthal dagli anni 1960-70, sono stati realizzati nuovi quartieri (in particolare Höfli, Badmatt, Gitziweid). Nel 1988 L. ha assunto la gestione della casa per anziani regionale (cofinanziata da dieci com.). Il com. scolastico L.-Gutenburg esiste dal 1852/53; entrambi i com. respinsero nel 1897 una proposta di fusione. Lo stabilimento balneare di Bad Gutenburg, menz. nel 1370 e costruito su terreni comuni, fu ceduto in affitto dal com.; nel 1750 ricevette il diritto di forno e nel 1801 quello di osteria. Ampliato nel XIX sec., il settore termale fu chiuso nel periodo tra le due guerre; al posto dello stabilimento termale oggi esiste una nota locanda di campagna.


Bibliografia
– K. H. Flatt, Die Errichtung der bernischen Landeshoheit über den Oberaargau, 1969
– AA.VV., Die Kirchgemeinde Lotzwil, 1983
– F. Junker, Gutenburg und seine Geschichte, 1987
Der Amtsbezirk Aarwangen und seine Gemeinden, 1991
– M. Schindler, Bauinventar der Gemeinde Lotzwil, 2001

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / sic