Cadi

Antico territorio soggetto all'abbazia di Disentis (Casa Dei) nella valle del Reno anteriore, staccato dalla Rezia curiense e donato all'abbazia con il cosiddetto testamento del vescovo di Coira Tellone (765); (1371: Lacadey). Il centro della signoria era la Sursassiala (a monte della gola di Russein), con le vicinanze di Disentis/Mustér, Medel (Lucmagn) e Tujetsch; la Sutsassiala, a valle della gola, era costituita da Sumvitg, Trun e Breil/Brigels. Il corso d'acqua del Petersbach, a est di Tavanasa, era dal 1185 il confine orientale del territorio della C. Le fonti documentano dal 1213 come il principe abate di Disentis vi detenesse diritti di decima e regalie. Nel 1285 appare il primo sigillo proprio dei servi ecclesiastici della C.; il primo vero Landamano (rom. mistral, ted. Landammann) è invece menz. nel 1371. Nel 1401 il com. giurisdizionale (o Comun grande, rom. comin grond) acquistò l'avogadria ecclesiastica sull'abbazia. Nel ME gli uomini liberi di Laax residenti nella Sutsassiala, avevano un proprio tribunale nella località di Saissafratga presso Castrisch; all'inizio del XVI sec. la maggior parte di loro venne ammessa nella comunità della C. Fino al 1851, la C. era suddivisa in quattro circoscrizioni o corti (cuorts) giudiziarie per l'amministrazione della bassa giustizia, sottoposte ognuna a un proprio Vicelandamano: Disentis/Mustér, Tujetsch, Breil/Brigels con Medel (Lucmagn), Trun con Sumvitg. I rappresentanti delle comunità formavano il magistrat de cumin (14 membri), il tribunale civile (quattro membri per ogni corte, sotto la presidenza del Landamano) e il tribunale criminale (40 membri). Le decisioni politiche sottostavano al Comun grande, che eleggeva il Landamano (dal 1472 scegliendo fra tre persone proposte dall'abate, dagli inizi del XVII sec. liberamente). Le nomine avvenivano fino al 1472 annualmente, dal 1751 ogni due anni il lunedì di Pentecoste. Tra il 1738 e il 1745 il Comun grande riscattò i diritti di decima dell'abbazia. Nel 1799 e poi nel 1803, la C. fu sciolta in quanto signoria abbaziale, ma continuò a esistere come comin grond di Disentis fino al 1851. Alla Dieta della Lega Grigia disponeva di due seggi; dal 1803 ebbe da due a cinque rappresentanti nel Gran Consiglio grigionese. Nel 1851 l'antica enclave di Schlans divenne il settimo com. del nuovo circ. di Disentis, risp. del distr. del Vorderrhein (dal 2001 distr. della Surselva). Nel 1854 le quattro cuorts confluirono negli altri sei com. attualmente esistenti.


Bibliografia
– P. A. Vincenz Der Graue Bund, 1924, 157-240
– G. Gadola «Il cumin della Cadi», in Il Glogn, 18, 1944, 31-125
– I. Müller, Geschichte der Abtei Disentis von den Anfängen bis zur Gegenwart, 1971

Autrice/Autore: Adolf Collenberg / ato