28/03/2012 | segnalazione | PDF | stampare | 

Hüttlingen

Com. TG, distr. Frauenfeld; (1336: Hutlingen). Situata sulla strada principale Frauenfeld-Weinfelden, ai piedi del versante settentrionale del Wellenberg, l'ex Ortsgemeinde di H. fino al 1998 costituì con le Ortsgemeinden di Eschikofen, Harenwilen e Mettendorf la Munizipalgemeinde di H. (com. di H. dal 1999). Pop: (ex Munizipalgemeinde) 724 ab. nel 1850, 622 nel 1900, 684 nel 1950, 646 nel 1990; (ex Ortsgemeinde) 206 ab. nel 1850, 182 nel 1900, 202 nel 1950, 201 nel 1990; (com. di H.) 839 ab. nel 2000. Feudo di Reichenau nell'alto ME, nel 1360 H. appartenne ai signori von Wellenberg. Nel 1608 la bassa giustizia di H. fu separata dalla signoria di Wellenberg. Johann Kaspar Escher acquisì nel 1674 la signoria di H. e il relativo castello. Il villaggio appartenne alla città di Zurigo (1694-1798), che fece amministrare la bassa giustizia da un balivo residente nel castello di Wellenberg. In origine H. fece capo alla parrocchia di Pfyn, più tardi a quella di Müllheim. La cappella dedicata a S. Andrea è attestata nel 1337, mentre nel 1484 fu creata la parrocchia di H., che aderì alla Riforma e nel 1531 integrò Eschikofen, Harenwilen e Mettendorf. Oltre alla campicoltura e alla frutticoltura, nel XIX sec. si diffusero l'economia lattiera e l'allevamento di bestiame, mentre la viticoltura fu abbandonata nel XX sec. Nonostante la recente flessione del settore agricolo, nel 2000 ca. ancora un terzo della pop. attiva lavorava nel primario.


Bibliografia
MAS TG, 1, 1950, 214-220
– B. Giger, «Gerichtsherren, Gerichtsherrschaften, Gerichtsherrenstand im Thurgau vom Ausgang des Spätmittelalters bis in die frühe Neuzeit», in ThBeitr., 130, 1993, 5-216, spec. 94 sg.

Autrice/Autore: Verena Rothenbühler / cmu