Islikon

Ex Ortsgemeinde TG, com. Gachnang, distr. Frauenfeld; (1267: Islincon). L'Ortsgemeinde appartenne dal 1803 al 1997 alla Munizipalgemeinde di Gachnang. Villaggio industriale, Ŕ situato sul Tegelbach lungo la strada Frauenfeld-Winterthur. Pop: 92 ab. nel 1710, 279 nel 1850, 325 nel 1900, 474 nel 1950, 901 nel 1990. GiÓ prima del 1267, I. apparteneva all'abbazia di Reichenau, i cui ministeriali, i von Gerlikon, cedettero alcuni beni al convento di T÷ss (fine del XIII sec.) e pi¨ tardi a quello di Paradies. Dalla fine del XV sec., I. dipese dalla giurisdizione di Kefikon. Gli statuti risalgono al 1493. I. ha sempre fatto capo alla parrocchia di Gachnang; fino alla fine del XVIII sec. tutti i suoi ab. sono di fede rif. Il collegamento alla strada Winterthur-Frauenfeld-Costanza, costruita nel 1777, e l'apertura nello stesso anno da parte di Bernhard Greuter di una stamperia di indiane favorirono lo sviluppo economico di I. All'inizio del XIX sec. la stamperia divenne un centro tessile regionale. Verso il 1830 lavoravano, nella fabbrica villaggio, 300 persone. In posizione favorevole (collegamento ferroviario dal 1855), alla fine del XIX sec. la localitÓ attrasse nuove industrie. Dalla metÓ del XX sec. si ingrandý grazie allo sviluppo di nuovi quartieri residenziali e all'apertura di imprese quali la Jossi AG, fondata nel 1957 e specializzata in meccanica di precisione. L'antico complesso di fabbricati del Greuterhof appartiene dal 1981 alla Fondazione Bernhard Greuter per l'informazione professionale.


Bibliografia
– AA.VV., Islikon, 1991

Autrice/Autore: Peter Giger / ato