Gerlikon

Ex Ortsgemeinde TG, parte della Munizipalgemeinde di Gachnang e dal 1998 del com. di Frauenfeld, situata su di un'altura a sud ovest di Frauenfeld; (1248: Gerlichoven). Pop: 231 ab. nel 1870, 215 nel 1900, 201 nel 1950, 373 nel 1990. Oltre all'omonimo villaggio, G. comprendeva le curtes di Teuschen (nel 1269 detenuta dall'abbazia di San Gallo, più tardi da Feldbach), Hungersbühl (nel 1308 proprietà del convento di Reichenau, poi di Tänikon) e Bewangen (nel 1357 appartenente a Reichenau). Residenti nel villaggio, i von G., fam. di ministeriali di Reichenau, raggiunsero l'apogeo nella seconda metà del XIII sec. I loro beni attorno al 1300 passarono per la maggior parte al convento di Feldbach, pochi a quello di Töss. La bassa giustizia divenne appannaggio del tribunale della città di Frauenfeld. La costruzione della cappella di S. Giorgio nella prima metà del XIII sec. (menz. per la prima volta nel 1429) è probabilmente in relazione con la leggenda del pio Heinrich Pfrintz. Sul piano ecclesiastico G. dipendeva da Gachnang, ma possedeva tuttavia beni propri, liquidati nel 1874 per la costruzione del nuovo edificio scolastico. La cappella servì in seguito come caserma dei pompieri. Dopo il rinnovo, terminato nel 1948, vi si celebra di nuovo regolarmente il culto rif. Fino ad allora prevalentemente rurale, dagli anni 1970-80 G. si trasformò in un com. residenziale con un'intensa attività edilizia (costruzione dei nuovi quartieri di Weberlis Rebberg e Oberi Breiti).


Bibliografia
MAS TG, 1, 206-214

Autrice/Autore: Peter Giger / sma