No 2

Seregno, Nicolao da

Menz. dal 1463 al 1500. Figlio di Baldassarre. Anche noto come Nicolao de Lugano, fece parte del Consiglio a Lugano (1465-82), dove nel 1496 era ancora attestato quale contribuente. Fu attivo come pittore in Ticino e nei Grigioni (tra l'altro a Breil/Brigels, Disentis/Mustér e Mesocco) assieme allo zio Cristoforo ( -> 1), con cui realizzò numerosi affreschi in stile tardogotico lombardo. Gli sono attribuite molte opere, spec. in Ticino; altre sono documentate o firmate. I due artisti eseguirono affreschi nella chiesa dei SS. Lorenzo e Agata a Rossura (1463) e la Deposizione di Cristo sulla parete del coro della chiesa di S. Maria della Misericordia ad Ascona (1466). Nello stesso anno S. realizzò una pittura murale (oggi esposta al Museo nazionale sviz.) nell'antica chiesa parrocchiale di S. Michele a Zugo. Dipinse l'intera abside nella chiesa di S. Nicolao a Giornico (1478) e gli stemmi di Luigi XII di Francia per il palazzo della Comunità di Lugano e valle (1500).


Bibliografia
– A. Di Lorenzo, «Cristoforo e N. da Seregno», in Pittura a Como e nel Canton Ticino dal Mille al Settecento, a cura di M. Gregori, 1994, 272 sg.
Affreschi del '300-'400 in Leventina, cat. mostra Giornico, 1995
– M. Tomaschett, Zur Ikonographie der Dreikönigsdarstellungen in der mittelalterlichen und frühneuzeitlichen Wandmalerei der Kantone Graubünden und Tessin, mem. lic. Zurigo, 1998
– M. Tomaschett, «L'iconografia dell'adorazione dei magi», in Pittura medievale e rinascimentale nella Svizzera italiana, 2000, 76-85

Autrice/Autore: Matthias Oberli / ami