• <b>Guillaume de Challant</b><br>La residenza vescovile (castello di Saint-Maire) secondo la pianta di Losanna disegnata nel 1638 da  David Buttet (Musée historique de Lausanne). Tra il 1406 e il 1431, il vescovo valdostano fece portare a termine la costruzione del castello in muratura di mattoni a vista, tipica degli edifici dell'Italia settentrionale.

No 2

Challant, Guillaume de

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Menz. dal 1390, morte 1431. Figlio di Aimon e di Catherine Provana de Leini. Cancelliere di Amedeo VIII di Savoia (1404). Il papa avignonese Benedetto XIII lo nominò vescovo di Losanna nel 1406. Svolse un ruolo diplomatico importante, in particolare durante il Grande scisma. Vescovo molto attivo, fece visitare la sua diocesi nel 1416-17, fondò la cantoria degli Innocenti per la formazione dei chierici (1419), portò a termine la costruzione del palazzo vescovile di Losanna (castello di Saint-Maire). C. favorì gli interessi dei cittadini di Losanna, permettendo loro l'insediamento di una comunità ebraica e l'adozione di un sigillo com. Difese il proprio potere temporale contro le pretese di Amedeo VIII, segnatamente in ambito monetario. Quando la Savoia venne eretta a ducato (1416) reagì assumendo il titolo di conte.

<b>Guillaume de Challant</b><br>La residenza vescovile (castello di Saint-Maire) secondo la pianta di Losanna disegnata nel 1638 da  David Buttet (Musée historique de Lausanne).<BR/>Tra il 1406 e il 1431, il vescovo valdostano fece portare a termine la costruzione del castello in muratura di mattoni a vista, tipica degli edifici dell'Italia settentrionale.<BR/>
La residenza vescovile (castello di Saint-Maire) secondo la pianta di Losanna disegnata nel 1638 da David Buttet (Musée historique de Lausanne).
(...)


Bibliografia
HS, I/4, 1988, 134 sg.
– F. Badel, Un évêque à la diète, 1991
– J.-F. Poudret, «Une enquête de 1414 pour contravention à une ordonnance monétaire du comte Amédée VIII de Savoie», in La Monnaie de sa pièce ..., a cura di P.-L. Pelet, J.-F. Poudret, 1992, 141-160

Autrice/Autore: Jean-Daniel Morerod / gbp