Strengelbach

Com. AG, distr. Zofingen; (1263: Strengelbach). Il villaggio è situato al margine occidentale della parte inferiore della valle della Wigger, lungo la strada Zofingen-abbazia di Sankt Urban-Langenthal. Pop: 604 ab. nel 1764, 1284 nel 1850, 1346 nel 1900, 2439 nel 1950, 4266 nel 2000. Nel ME il capitolo dei canonici di Zofingen detenne a S. beni e la bassa giustizia. I diritti signorili e l'alta giustizia, fino al 1299 di proprietà dei von Frohburg, passarono poi agli Asburgo (1299-1415). Fra il 1415 e il 1798 S. fu attribuito al baliaggio bernese di Aarburg. Sul piano ecclesiastico fece sempre capo a Zofingen. Nel ME lungo la strada per l'abbazia di Sankt Urban venne eretta la cappella di S. Ulrico, demolita da Berna dopo la Riforma. Dal 1965 il villaggio possiede una chiesa catt.; la nuova chiesa rif. risale al 1968. Nel XVI sec. la corporazione del villaggio e gli ab. degli insediamenti sparsi del com. esterno ottennero il diritto di amministrarsi; nel 1759 il Consiglio di Berna unificò le due località in un solo com. S. fece parte del distr. bernese di Langenthal (1798-1803), poi del cant. Argovia (dal 1803).

Dal XVIII sec. la pop. di S. fu attiva nell'industria a domicilio per conto degli imprenditori tessili di Zofingen. A S. l'industria si affermò con l'apertura del maglificio Künzli (1842) e della ditta tessile Johann Müller AG (1845), attiva ancora all'inizio del XXI sec. Un impianto di candeggio si insediò lungo la Wigger. Nel XX sec. il com. accolse tre fabbriche di mobili, che tuttavia cessarono la loro attività; la più importante fu la Nyffeler & Jordi (1918-2000). Già nel 1920 solo il 16% degli ab. del villaggio era ancora attivo nel settore primario. Dal 1906 una linea di autobus collega Brittnau a Zofingen e Aarburg via S. Da sempre il com. è orientato verso la vicina città di Zofingen. Una scuola esiste dalla fine del XVII sec.; edifici scolastici vennero costruiti nel 1737, 1875 e 1951-53. S. ospita inoltre un laboratorio per disabili (1962) e il museo del villaggio (1991).


Bibliografia
– H. Fehr, Geschichte der Gemeinde Strengelbach, 1960

Autrice/Autore: Christian Lüthi / lta