29/01/2009 | segnalazione | PDF | stampare

Mumpf

Com. AG, distr. Rheinfelden, comprendente l'omonimo villaggio situato lungo la strada Basilea-Zurigo fra il Reno e le pendici settentrionali della catena del Giura, la frazione di Oberberg e il podere di Schönegg; (1218: Mumpher; 1278: Nider-Mumpfe). Pop: 319 ab. nel 1768, 448 nel 1850, 492 nel 1900, 598 nel 1950, 1084 nel 2000.

Nel 1991 sul Kapf è stato portato alla luce un insediamento del medio-tardo Neolitico, che era circondato da un ampio fossato e probabilmente protetto da palizzate. Sono state rinvenute buche per pali, fosse a incinerazione e per la conservazione dell'argilla, grandi quantità di ceramica grezza e numerosi utensili di pietra. Tra i ritrovamenti figurano anche singoli oggetti dell'età della Pietra e del Bronzo e, sul Rifeld, una fossa per i rifiuti dell'età del Ferro. Sotto l'Hôtel Anker si trovano le fondamenta di un piccolo castro romano fortificato della seconda metà del IV sec.; al medesimo periodo risale anche la tomba di un soldato rinvenuta poco distante dall'albergo. Fra M. e Stein (AG) è stato rinvenuto un frammento di pietra miliare con iscrizione dell'età di Antonino Pio (139 d.C.).

Denominato Nieder-M. fino al 1803, il villaggio di M. fu dapprima soggetto alla signoria dei von Homburg. Nell'urbario degli Asburgo risultava ascritto al baliaggio di Säckingen, mentre l'alta giustizia era amministrata dagli stessi Asburgo. Sotto la signoria austriaca, fino al 1797 M. formò con Wallbach un baliaggio all'interno del territorio di Möhlinbach, nella signoria (Kameralherrschaft) di Rheinfelden. La bassa giustizia apparteneva in origine alla corte (Dinghof) di Stein, soggetta al convento di Säckingen, poi passò ai titolari dei diritti di patronato su M. e, nel 1463, alla signoria austriaca. Gli statuti com. risalgono al 1535. Nel 1612 a M. si riunì una Landsgemeinde dei sudditi dei territori dell'alto Reno che sottoscrisse una lettera di protesta contro i continui aumenti delle imposte e il progressivo impoverimento, dando così origine alla guerra del Rappenmass (1612-14). Durante la guerra dei Trent'anni M. fu più volte saccheggiato. Nel 1803 M. entrò a far parte del cant. Argovia insieme al Fricktal.

Menz. la prima volta nel 1441, la chiesa di S. Martino venne trasformata e ampliata nel 1541; il coro fu rinnovato nel 1741. L'edificio è stato ristrutturato l'ultima volta nel 1957. Proprietario di numerose terre a M., il capitolo di Säckingen detenne i diritti di collazione fino al 1802 risp. fino all'attribuzione di M. al cant. Argovia nel 1803. Fino al 1938 la parrocchia di M. comprese anche Wallbach. Fino al XIX sec. l'economia locale si basò sulla cerealicoltura, la pesca e la fluitazione; il baliaggio di M. e Wallbach era un membro importante della corporazione del Reno. Sebbene il traghetto sul Reno, in funzione dal ME, sia ancora attivo, i traffici si sviluppano lungo la strada cant., la ferrovia (aperta nel 1875 e con una stazione a M.) e l'autostrada A3, inaugurata negli anni 1970-80. La maggior parte della pop. lavora nelle aziende chimiche del Fricktal e nell'agglomerato di Basilea.


Bibliografia
– F. Jehle, Geschiche der Gemeinde Mumpf, 1971 (20052)
– M. Hartmann, Die Römer im Aargau, 1985, 185 sg.
Die Aargauer Gemeinden, 1990, 382 sg.
Aargauer Tagblatt, 14.6.1991
ASSPA, 1992, 184

Autrice/Autore: Dominik Sauerländer / ddo