No 1

Valenti Gonzaga, Luigi

nascita 15.10.1725 Revere (Lombardia),morte 29.12.1808 Roma. Discendente da fam. dell'alta nobiltÓ di Mantova. Nipote di Silvio V., cardinale segr. di Stato. Dopo una carriera presso la curia romana, fu ordinato sacerdote e consacrato vescovo titolare di Cesarea (1764). Nunzio a Lucerna (1764-71 e 1772-73) e in Spagna (1773), fu cardinale (1776) e cardinale bibliotecario (1802). Strenuo oppositore della tassazione del clero e dei conventi progettata da Lucerna, nel 1768 ottenne la messa all'indice dello scritto De Helvetiorum juribus circa sacra di Joseph Anton Felix von Balthasar. Altri libri giudicati eretici, come le Reflexionen eines Schweizers di Heinrich Heidegger e le loro confutazioni (Widerlegung der Reflexionen eines Schweizers) di Joseph Rudolf Valentin Meyer von Schauensee, furono all'origine della caduta del governo illuminista di Lucerna durante l'affare dei conventi (Klosterhandel, 1769-70), in cui V. si profil˛ con successo con esponenti della fazione conservatrice contro gli ambienti illuministi favorevoli a una Chiesa di Stato.


Bibliografia
– C. Weber-Hug, Der Klosterhandel von Luzern 1769/70, 1971
– H. Wicki, Staat, Kirche, Religiositńt, 1990, 74-115
– U. Fink, Die Luzerner Nuntiatiur 1586-1873, 1997

Autrice/Autore: Urban Fink / sma