Meikirch

Com. BE, distr. Aarberg; (1208: Mönchilcha). Parte dell'agglomerato allargato di Berna sul versante sudorientale dell'altopiano del Frienisberg, il com. comprende i villaggi di M., Ortschwaben (1185: Nortsuaben) e Wahlendorf, le frazioni di Grächwil, Weissenstein e Äzikofen, e diverse fattorie isolate. Pop: 398 ab. nel 1764, 1059 nel 1850, 997 nel 1900, 949 nel 1950, 1031 nel 1960, 2482 nel 2000. Sono stati rinvenuti ricchi reperti del periodo di Hallstatt a Grächwil e una villa romana (pitture murali nel criptoportico) a M. Gli insediamenti dell'attuale com. erano villaggi medievali dediti all'avvicendamento delle colture, appartenenti, con diritti di giurisdizione, al convento di Frienisberg. La signoria nel villaggio di M. (proprietà terriera, bassa giurisdizione) era detenuta nel XIII e XIV sec. dai von Bolligen, cittadini di Berna, e nel XVI sec. dalla fam. di scoltetti Aebischer di Aarberg, che nel 1555 la vendettero al com. di M.; i diritti di giurisdizione furono rilevati dalla città di Berna. Nel 1528 Berna sottomise l'attuale territorio com. al suo baliaggio di Frienisberg; M. e Seedorf costituirono, nel quadro della giurisdizione di Zollikofen, la giurisdizione del convento (Klostergericht). La chiesa, menz. nel 1275, fu realizzata nel VII e VIII sec. all'interno delle rovine della villa romana, forse come costruzione sepolcrale (numerose sepolture); resti di edifici dell'alto ME e del ME si sono conservati nonostante i rimaneggiamenti posteriori (torre del XII sec.). I diritti di patronato appartenevano a ministeriali dei von Kyburg (cavalieri von Sumiswald, nel 1343 von Schüpfen); nel 1401 passarono al convento di Tedlingen e dopo la Riforma (1528) a Berna. Nel 1798 il com. fu assegnato al distr. di Zollikofen, nel 1803 al baliaggio (Oberamt) di Aarberg. Situato sulla vecchia strada Berna-Frienisberg-Aarberg (corse postali nel XVIII e XIX sec.), perse la sua favorevole posizione viaria con la costruzione della nuova strada cant. attraverso Wohlen e Frieswil (1851-52). Il calo demografico registrato dopo il 1850 e soprattutto dopo la prima guerra mondiale, riconducibile al processo di ristrutturazione dell'agricoltura (campicoltura, dal XIX sec. in misura crescente allevamento ed economia lattiera), fu arrestato grazie al miglioramento delle vie di comunicazione (dal 1948 servizio di autopostali per Berna). Nel biennio 1948-50 il com. effettuò migliorie fondiarie e una ricomposizione parcellare. Dal 1960 M. entrò nella zona di influenza della città di Berna. I nuclei insediativi esistenti furono parzialmente edificati e vennero costruiti i nuovi quartieri di Schützenrain, Weissenstein e Neu-Grächwil (piano regolatore del 1970-75). Nel 1922 furono sciolte le vecchie comunità rurali; la centralizzazione dell'amministrazione interessò anche i tre com. scolastici (oggi circondari scolastici) di Meikirch, Wahlendorf e Ortschwaben. La scuola secondaria esiste dal 1974. La residenza di campagna patriziale di Grächwil è un edificio costruito da Franz Salomon Wyss nel 1790. La scuola agraria per bambini poveri, la cosiddetta colonia di M., fondata da Philipp Emanuel von Fellenberg, rimase solo un esperimento pedagogico (1826-35).


Bibliografia
Ein Streifzug durch die Gemeinde Meikirch, 20013
– AA. VV., Meikirch: Villa romana, Gräber und Kirche, 2004

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / sma