27/01/2011 | segnalazione | PDF | stampare

Hunzenschwil

Com. AG, distr. Lenzburg, disposto prevalentemente lungo la strada fino al 1940; (1101: Hintziswil; 1201: Hunzeliswilre). Pop: 301 ab. nel 1764, 570 nel 1798, 810 nel 1837, 747 nel 1850, 670 nel 1900, 925 nel 1950, 2219 nel 1980, 2575 nel 2000. Sono state rinvenute nella zona numerose asce di pietra e importanti resti di impianti per la produzione di laterizi di epoca romana. Nel XIV sec. l'alta giustizia era amministrata dagli Asburgo, dal 1415 da Berna. La bassa giustizia fu detenuta da diversi titolari, tra i quali il balivo asburgico di Lenzburg (prima del 1412), che la cedette a Berna nel 1433. Tra il 1550 e il 1560 Berna riunì H., Niederlenz, Rupperswil e Staufen in un'unica bassa giurisdizione. Dal XVI sec. è attestato il com. di H., tra l'altro come appaltatore delle decime. Il villaggio fa parte della parrocchia di Suhr e dal 1960 dispone di una propria chiesa. In epoca moderna H. rimase un com. prevalentemente agricolo, nonostante fosse situato sull'asse Zurigo-Berna e dal 1770 pure lungo la diramazione verso Zurzach. Alcune industrie tessili (lino, cotone e nastri di seta) si insediarono nel villaggio nel XVIII e XIX sec. La stazione di H. della Ferrovia nazionale sviz. fu realizzata nel 1877, il raccordo autostradale nel 1965. Dal XIX sec. si insediarono nel villaggio numerose industrie, fino al 1940 spec. piccole imprese artigianali (per esempio una fabbrica di carri). In seguito si stabilirono nel com. anche autofficine, mobilifici e magazzini e dal 1950 si sviluppò un'intensa attività edilizia.


Bibliografia
– P. Steiner, Hunzenschwil, 1978

Autrice/Autore: Felix Müller (Brugg) / ato