Sulz (AG)

Ex com. AG, distr. Laufenburg, dal 2010 parte del com. di Laufenburg; (1260: Sulze). Situato nella parte superiore del Fricktal, è composto da Obersulz, Mittelsulz e Bütz, e dalle frazioni di Sulzerberg, Leidikon e Rheinsulz. Pop: 670 ab. nel 1803, 1125 nel 1850, 970 nel 1900, 1046 nel 1950, 1122 nel 2000. A Rheinsulz sono state ritrovate le fondamenta di una torre di guardia tardoromana. La valle sottostava alla signoria fondiaria del capitolo di Säckingen, che a S. possedeva una corte (Dinghof). T. fece parte della signoria di Laufenburg degli Asburgo-Austria fino al 1797; nel neocostituito cant. Argovia fu assegnato al distr. di Laufenburg (1803). Nel 1260 è menz. per la prima volta un prete secolare a S.; nel 1296 sono cit. le due chiese dei SS. Pietro e Paolo (nuovo edificio nel 1870) e di S. Margherita a Rheinsulz (risalente forse all'XI sec. e rinnovata nel XVI sec.). Verosimilmente chiese private (Eigenkirchen) del capitolo di Säckingen, queste ultime furono incorporate nel 1531. L'agricoltura costituiva la principale attività economica, integrata dall'estrazione di gesso, argilla e, in misura minore, di sale; dal XVIII sec. acquisirono sempre maggiore rilevanza l'industria tessile a domicilio e quella della paglia. La produzione di chiodi, importante fino alla metà del XX sec., si specializzò sui settori edile e navale, e più tardi solo su quello delle calzature. Dopo il 1850 molti ab. emigrarono negli Stati Uniti. Agli inizi del XXI sec. S. era un villaggio residenziale con attività artigianali e agricole a livello locale e poche industrie a Rheinsulz.


Bibliografia
– AA. VV., Chronik der Bezirke Baden, Zurzach, Laufenburg, Rheinfelden, 1969, 268
– G. Boner, «Der Fricktaler Kirchenbesitz des Stifts Säckingen in älterer Zeit», in Argovia, 91, 1979, 310-312
Die Aargauer Gemeinden, 1990, 274 sg.

Autrice/Autore: Dominik Sauerländer / vfe