Sisseln

Com. AG, distr. Laufenburg; (1327: Sisslen). Villaggio situato alla confluenza della Sissle nel Reno, lungo l'antica strada austriaca della valle del Reno che collegava il lago di Costanza alla Borgogna. Pop: 233 ab. nel 1803, 367 nel 1850, 365 nel 1900, 318 nel 1950, 475 nel 1970, 1259 nel 2000. A est del villaggio sono state rinvenute fondamenta di un magazzino romano della seconda metà del IV sec., fortificato con due torri semicircolari. Attestato dal XVI sec., S. era un insediamento colonico di Eiken, da cui dipese fino al 1806. Nel 1769-71 venne costruito un ponte sulla Sissle. Assieme a Eiken, fino al 1797 S. fece parte della signoria asburgica di Laufenburg; nel 1803 fu assegnato con il Fricktal al cant. Argovia. I diritti di bassa giustizia (Twing) furono riscattati dal com. di Eiken probabilmente nel XVI sec. Sul piano ecclesiastico gli ab. di S. fecero capo a Frick durante il ME e l'epoca moderna; dal 1797 il villaggio dipende dalla parrocchia di Eiken e dal 1823 possiede la cappella di S. Fridolino. Fino al XX sec. l'agricoltura e, prima della costruzione delle centrali elettriche sul Reno, anche la pesca del salmone costituirono le basi economiche del com. Benché S. non abbia mai fatto parte di una corporazione di zatterieri e barcaioli del Reno, tali attività rappresentavano un'ulteriore fonte di guadagno, a cui si affiancavano quelle legate al transito. Dal 1570 migliorie fondiarie e un'irrigazione regolare resero più fertile la pianura della Sissle, fino ad allora poco produttiva. Dopo una crisi di sussistenza provocata da diversi cattivi raccolti, a metà del XIX sec. numerosi ab. emigrarono. Joseph Rufli, oste della locanda Zum Adler, gestì per anni un'importante agenzia di emigrazione. Con l'inaugurazione della stazione lungo la linea Koblenz-Stein (AG) sulla riva sinistra del Reno (1892) e il conseguente allacciamento alla rete ferroviaria, la navigazione fluviale e la fluitazione persero importanza. Grazie all'insediamento di industrie chimiche (tra cui la Roche dal 1965) nella pianura della Sissle, negli anni 1960-70 il com. conobbe un improvviso incremento demografico. Nell'ultimo terzo del XX sec. S. divenne una località industriale e residenziale.


Bibliografia
Chronik Kanton Aargau, 5, 1969, 267
– M. Hartmann, Die Römer im Aargau, 1985, 200 sg.
Die Aargauer Gemeinden, 1990, 272 sg.
– T. Maissen, 25 Jahre Roche AG, Sisseln, 1990

Autrice/Autore: Dominik Sauerländer / sor