Schmiedrued

Com. AG, distr. Kulm. Situato nell'alto Ruedertal, privo di un vero e proprio centro, comprende i villaggi di Matt, S., Walde e Schiltwald nonché alcune frazioni e insediamenti sparsi; (1217-22: Ruoda; 1618: Schmidenruod). Pop: 615 ab. nel 1764, 1016 nel 1803, 1526 nel 1850, 968 nel 1900, 977 nel 1950, 1219 nel 2000. Con Schlossrued e Kirchrued, S. costituì fino al 1798 parte della signoria di Rued nella contea (dal 1415 baliaggio bernese) di Lenzburg. Il com. politico ebbe origine nel 1816 dalla divisione della vecchia comunità di valle di Rued in Schlossrued e S. Nel 1861 le comunità patriziali autonome di Matt, S., Walde e Schiltwald si unirono nel com. patriziale di S. La località fa da sempre capo al com. parrocchiale di Rued. Nel XVIII-XIX sec. il lavoro a domicilio (tessitura di cotone e passamaneria) costituì una fonte accessoria di guadagno. La fucina (ted. Schmiede) del XVII sec. che ha dato il nome al com. è rimasta in funzione fino al 1915 ca. Nel 2005 il settore primario offriva ancora il 33% dei posti di lavoro nel com. Dal 1983 S. ospita il Museo regionale e della tessitura del Ruedertal.


Bibliografia
MAS AG, 1, 1948, 216-218, 224
Die Aargauer Gemeinden, 1990, 230 sg.

Autrice/Autore: Markus Widmer-Dean / vwy