Marcello

nascita 6.7.1836 (Adèle d'Affry) Friburgo, morte 16.7.1879 Castellammare di Stabia (Campania), catt., di Friburgo. Figlia di Louis, acquerellista, e di Lucie de Maillardoz. Abiatica di Charles d' Affry. ∞ (1856) Carlo Colonna, duca di Castiglione-Aldovrandi. Rimasta vedova già nel 1856, si dedicò alla scultura. Si formò nello studio di Heinrich Max Imhof a Roma (1853-54, 1859); studiò inoltre pittura e incisione e si perfezionò seguendo corsi di anatomia, geometria e dissezione e visitando i musei di numerose città europee. Stabilitasi a Parigi nel 1859, presentò le proprie opere a tutti i saloni, ad eccezione di quello del 1875, ma non aderì ad alcun gruppo di artisti. Visse tra Parigi e Roma, dove frequentò alcuni celebri artisti e uomini politici (fra cui Adolphe Thiers), e nella quiete rurale di Givisiez, dove si trovava la proprietà di fam. Affetta da tubercolosi, dedicò gli ultimi anni della sua vita alla pittura. Donò una selezione di sue opere e alcune proprietà al cant. Friburgo. Le sue sculture (busti e soggetti mitologici), sia quelle d'impronta acc. e neoclassica (come Bianca Capello, 1863), sia quelle romantiche ed "espressioniste" (come i busti di Milan del Bosc, 1868, e di Carpeaux, 1875, e soprattutto la Pizia, eseguita nel 1870 su commissione dell'Opera di Parigi), rivelano le contraddizioni dell'artista, divisa tra vita mondana e attività artistica.


Bibliografia
DBAS, 678 sg.
Pionnières et créatrices en Suisse romande, 2004, 12-17

Autrice/Autore: Marianne Rolle / frm