• <b>Schinznach-Bad</b><br>Dettaglio di una veduta planimetrica degli stabilimenti balneari di Schinznach; disegno realizzato nel 1710-1714 da  Samuel Bodmer  nel suo <I>Marchenatlas</I> (Staatsarchiv Bern, Atlanten 2, n. 8-9). I più grandi bagni di acqua minerale della Repubblica di Berna erano situati sulla riva destra dell'Aar. Una passerella collegava gli stabilimenti balneari a due locande e al giardino (al centro), fatti edificare da Samuel Jenner (1653-1720) dal 1696.

Schinznach-Bad

Com. AG, distr. Brugg; (prima metà del XII sec.: Biralophon; 1254: Birreloft). Comprende il villaggio in origine allineato lungo la strada e Bad Schinznach, più a nord sulla riva destra dell'Aar. Fino al 1937 villaggio e com. si chiamarono Birrenlauf. Pop: 90 ab. nel 1764, 210 nel 1850, 149 nel 1900, 450 nel 1950, 1258 nel 2000. Nell'Aar sono stati ritrovati reperti di epoca romana, forse offerte votive. Birrenlauf fece parte dell'Eigenamt asburgico, ma presto gli Asburgo cedettero diritti e beni fondiari, acquisiti poi dal convento di Königsfelden. Da quest'ultimo l'Eigenamt risp. l'alta giustizia (1415) e i restanti diritti a Birrenlauf (1528) passarono a Berna, che amministrò i villaggi dell'antico Eigenamt nel baliaggio di Königsfelden (1528-1798). Sul piano ecclesiastico S. dipese da Windisch, poi da Birr (dal 1530 ca.); la cappella dei bagni fu eretta nel 1881, quella del cimitero nel 1954.

La fonte di acqua calda (Schinznach-Dorf), dapprima situata sulla sponda sinistra dell'Aar e poi sepolta da uno spostamento del letto del fiume, fu nuovamente captata nel 1691 sulla sponda destra, a monte di Birrenlauf. Mantenne il precedente nome di Bad Schinznach - la denominazione alternativa di Habsburger Bad non prese piede - e divenne presto un luogo d'incontro apprezzato dall'élite; nel 1761/62 vi fu fondata la Soc. elvetica. Nel 1922 lo stabilimento termale fu trasformato in una soc. anonima. Chiuso in inverno fino agli anni 1960-70, nel 1965 si separò dalla clinica per la cura dei reumatismi. Dotata di campi da tennis (1920) e da golf (1928), utilizzati soprattutto dagli ospiti inglesi, la struttura balneare fu ampliata con un bagno termale pubblico (anni 1980-90) e con un parco acquatico (1991).

Il com. di Birrenlauf, la cui pop. viveva principalmente di agricoltura, di pesca e dal XVIII sec. della stazione termale, nel XVII e XVIII sec. fu coinvolta in conflitti relativi allo sfruttamento dei beni con diversi com. vicini. Nel 1783 fu creata una scuola. Nel 1915 un ponte sostituì il traghetto del XIX sec.; un traghetto più antico, forse risalente ai sec. centrali del ME, era stato già in precedenza trasferito a Wildegg-Au. Grandi aziende presenti a S. furono la fabbrica di calce e cemento (1908-37) e l'officina di montaggio di automobili (oggi solo centro di distribuzione) della Automobil- und Motoren AG (1949-72). Dagli anni 1960-70 sorsero diversi nuovi quartieri residenziali.

<b>Schinznach-Bad</b><br>Dettaglio di una veduta planimetrica degli stabilimenti balneari di Schinznach; disegno realizzato nel 1710-1714 da  Samuel Bodmer  nel suo <I>Marchenatlas</I> (Staatsarchiv Bern, Atlanten 2, n. 8-9).<BR/>I più grandi bagni di acqua minerale della Repubblica di Berna erano situati sulla riva destra dell'Aar. Una passerella collegava gli stabilimenti balneari a due locande e al giardino (al centro), fatti edificare da Samuel Jenner (1653-1720) dal 1696.<BR/>
Dettaglio di una veduta planimetrica degli stabilimenti balneari di Schinznach; disegno realizzato nel 1710-1714 da Samuel Bodmer nel suo Marchenatlas (Staatsarchiv Bern, Atlanten 2, n. 8-9).
(...)


Bibliografia
– P. Glarner, Aus Bad Schinznachs Vergangenheit, [1944]
– M. e P. Rey, «Schinznach-Bad - ein verkanntes Dorf?», in Brugger Neujahrsblätter, 104, 1994, 31-44

Autrice/Autore: Felix Müller (Brugg) / cne