No 6

Fabri, Johann

nascita 1478 (Johann Schmid) Leutkirch (Algovia),morte 21.5.1541 Baden presso Vienna, di Leutkirch. Figlio di Johannes (?) Schmid (da cui il patronimico latinizzato in Fabri), detto Heigerlein. Dopo gli studi di teol. e diritto a Tubinga e Friburgo, nel 1510/11 conseguì il dottorato utriusque iuris. Nel 1514 divenne parroco a Leutkirch e nel 1516/17 a Lindau. Dal 1513 al 1518 fu officiale a Basilea, dal 1518 al 1523 vicario generale del principe vescovo di Costanza Hugo von Hohenlandenberg. Fu canonico a Basilea (fino al 1517), Costanza, Magonza, Breslavia e Praga. Di formazione umanistica, fu in contatto con Erasmo, Vadiano e Zwingli. In un primo tempo appoggiò le richieste di riforma formulate da Lutero, ma quando gli elementi riformatori presero il sopravvento (nella disputa di Lipsia del 1519), divenne uno dei principali teologi controversisti catt. e un avversario di Lutero e Zwingli. Durante la prima disputa di Zurigo (1523) fu oppositore di quest'ultimo, ma dovette capitolare di fronte all'eloquenza del grande riformatore e al Consiglio della città, deciso ad aderire alla nuova fede. Nel 1526 partecipò con Johannes Eck alla disputa di Baden. Nel 1523 divenne consigliere e nel 1524 anche confessore del re d'Austria Ferdinando I: in questa veste si batté con veemenza per una riforma della Chiesa e difese la religione catt. alle Diete imperiali di Norimberga (1524), Spira (1526, 1529), Augusta (1530) e Ratisbona (1532). Nel 1524 divenne coadiutore del vescovo di Wiener Neustadt, nel 1530 vescovo di Vienna e nel 1538 fu nominato dal papa preposito del capitolo di Basilea in esilio a Friburgo in Brisgovia. L'elezione a vescovo di Basilea (1525) fallì di fronte alle richieste finanziarie dei canonici del capitolo. Fu autore di numerosi scritti teol. e di controversia teol., che si ispiravano in larga misura alla Bibbia e ai Padri della Chiesa, ma che a causa dello stile dotto non ebbero ampia diffusione.


Bibliografia
– L. Helbling, Dr. J. Fabri, 1941
TRE, 10, 784-788
HS, I/2, 558-560
LThK, 3, 1148
– Gatz, Bischöfe 1448, 175-177

Autrice/Autore: Franz Xaver Bischof / sgh