Remigen

Com. AG, distr. Brugg, composto dal villaggio situato al bivio delle strade del Bürersteig e dell'Ampferen e da alcune fattorie isolate; (1064: Ramingen). Pop: 318 ab. nel 1764, 690 nel 1850, 511 nel 1900, 511 nel 1950, 626 nel 1980, 1052 nel 2000. Sono stati rinvenuti reperti isolati del Neolitico, tombe alemanne e gli insediamenti medievali abbandonati di Lowingen e Schwendi a nord ovest del villaggio. La bassa e alta giustizia su R., appartenente alla curtis di Rein, fu detenuta dagli Asburgo (dal 1291) e poi dal baliaggio bernese di Schenkenberg (dal 1460). La cappella di S. Pietro (XI-XII sec.) con affreschi della seconda metà del XV sec. costituisce una filiale di Rein. Una scuola esistette probabilmente già nel XVII sec., di sicuro prima del 1741. Oltre all'agricoltura sin da epoche remote veniva praticata anche la viticoltura, ridimensionatasi però drasticamente in seguito all'invasione della fillossera del 1905 (55 ettari nel 1887, 4 nel 1965, 22 nel 2009). Dagli anni 1960-70 sorsero numerose case monofam. e R. divenne un com. di pendolari in uscita; dal 1970 ca. si insediarono anche alcune aziende industriali.


Bibliografia
– R. Wullschleger, «Remigen - ein Dorf verändert sich», in Brugger Neujahrsblätter, 105, 1995, 75-86

Autrice/Autore: Felix Müller (Brugg) / sma