29/01/2009 | segnalazione | PDF | stampare

Mülligen

Com. AG, distr. Brugg; (XII sec.: Mülinon; fino al XVII sec.: Mülinen). Il com. comprende il villaggio, situato sul pendio del Birrfeld sulla Reuss, e la frazione di Trotte sul versante meridionale dell'Eiteberg. Pop: 151 ab. nel 1764, 320 nel 1803, 397 nel 1850, 374 nel 1900, 377 nel 1950, 780 nel 2000. Le più antiche testimonianze di insediamento sono due gruppi di tombe altomedievali. L'alta e bassa giustizia, amministrate dagli Asburgo, passarono al convento di Königsfelden assieme all'Eigenamt, e dopo la secolarizzazione vennero acquisite da Berna. Sul piano ecclesiastico M. faceva capo a Windisch. All'agricoltura e alla viticoltura si affiancarono il lavoro a domicilio nel settore tessile (dopo il 1730) e un impianto per la macinazione del gesso (1849). Dal 1830 ca. gli ab. di M. lavorarono nella filanda di Windisch; nel com. la prima azienda industriale sorse solo nel 1909. Dal 1924 iniziò l'estrazione della ghiaia, intensificata nel 1955 ca. Nel 1964 venne aperta la stazione di inseminazione per i bovini della Federazione sviz. per l'inseminazione artificiale. Nel 1940 la costruzione di un ponte sostituì il traghetto passeggeri sulla Reuss. Favorito dalla vicinanza allo snodo autostradale A1-A3, negli ultimi anni M. si è trasformato in un com. residenziale abitato da numerosi pendolari in uscita verso Brugg, Baden o Zurigo.


Bibliografia
– M. Baumann, Mülligen, 2005

Autrice/Autore: Felix Müller (Brugg) / sma