10/10/2007 | segnalazione | PDF | stampare | 

Mandach

Com. AG, distr. Brugg; (1218: Mandacho). Villaggio compatto in una conca valliva tra Rotberg e Besseberg. Pop: 504 ab. nel 1850, 361 nel 1900, 292 nel 1950, 313 nel 2000. Il convento di Sńckingen era proprietario di una consistente proprietÓ terriera a M., mentre due fam. ministeriali degli Asburgo vi possedevano delle fortezze. I signori von Wessenberg fondarono nel 1072 una chiesa con prebenda. Dopo i von Wessenberg, il villaggio pass˛ ai signori von BŘttikon e von Heudorf. Nel 1468, dopo l'occupazione di Waldshut, i Conf. si impadronirono di M. e lo attribuirono alla signoria di Schenkenberg. Distrutto da un incendio nel 1518, il villaggio fu colpito a due riprese dalla peste (1593 e 1668). M. aderý alla Riforma. La viticoltura fu, e resta tuttora, un importante settore dell'agricoltura. Nel 1740 ca. si afferm˛ la tessitura, introdotta dalla fam. Hediger. A causa della sua posizione, nel XIX sec. M. non fu toccato dall'industrializzazione nÚ fu collegato alle reti di traffico, ci˛ che determin˛ un forte calo demografico. Nel 2000 il settore primario forniva ancora i tre quinti dei posti di lavoro.


Bibliografia
Beitrńge zur Dorf- und Kirchengeschichte von Mandach, 1974

Autrice/Autore: Christoph Herzig / did