13/06/2006 | segnalazione | PDF | stampare

Effingen

Com. AG, distr. Brugg; (1284: Efingen). Villaggio strada sul fianco occidentale del Bözberg, comprende la frazione di Chästel e insediamenti sparsi. Pop: 265 ab. nel 1764, 504 nel 1850, 431 nel 1900, 395 nel 1950, 403 nel 1980, 632 nel 2000. Scavi nel villaggio hanno portato alla luce una cappella dell'alto ME con l'annesso cimitero (tombe probabilmente alemanne). E. fece parte della curtis di Elfingen e dal 1460 della giurisdizione di Bözen, inserita nel baliaggio bernese dello Schenkenberg. Attorno al 1550 il territorio del villaggio venne delimitato. Nel 1614 sono menz. dei giurati quali funzionari del villaggio. Sul piano spirituale E. apparteneva alla parrocchia di Elfingen, dal 1600 ca. a quella di Bözen. Al più tardi dal 1684 E. aveva una scuola. L'agricoltura e la viticoltura dominarono fino al XIX sec.; nel XVIII sec. il lavoro a domicilio (cotone) fu una fonte di guadagno accessorio. Dal XIII sec. una taverna trasse profitto del traffico del Bözberg, percorso senza interruzioni dall'epoca romana; l'assistenza ai viandanti costituiva un'ulteriore entrata per la pop. Nella tradizione popolare, la carreggiata con solchi scavati nella roccia venuta alla luce nella zona è chiamata "strada romana". Tra il 1777 e il 1779 fu costruita una nuova strada, nel 1875 entrò in servizio la stazione ferroviaria e nel 1996 fu portata a termine l'autostrada A3. Nel 1980 ca. è iniziato un notevole sviluppo edilizio. Nel 2000 i due terzi ca. degli attivi erano impiegati nel terziario.


Bibliografia
Die Aargauer Gemeinden, 1990, 148 sg.
– P. Frey, D. Wälchli, «Früh- und hochmittelalterliche Siedlungsbefunde in Effingen», in Argovia, 105, 1993, 251-274

Autrice/Autore: Felix Müller / sma