Urdorf

Com. ZH, distr. Dietikon; (1179: predium Urdorf). Com. dell'agglomerato di Zurigo situato in una conca asciutta ai margini della valle della Limmat e composto da Niederurdorf e Oberurdorf, che dal 1931 formano un com. unico. Pop: ca. 80 ab. nel 1467, 581 nel 1634, 770 nel 1850, 711 nel 1900, 1929 nel 1950, 3909 nel 1960, 8589 nel 1980, 9417 nel 2000. Sono attestati un insediamento dell'età del Bronzo lungo il Rainweg (Moosmatt) e una casa padronale di una villa romana (Heidenkeller). Nel ME Oberurdorf comprendeva tra l'altro la corte (Meierhof) del convento di Sankt Blasien, un mulino sul torrente del villaggio e una taverna. La casa di cura con bagni termali (oggi locanda Zur Sonne) fu edificata nel 1526 da Hans Steiner, borgomastro di Zurigo. Nel tardo ME Niederurdorf era soltanto una piccola frazione. Per l'alta giustizia tutta la zona dipendeva dalla contea di Baden. Oberurdorf apparteneva alla signoria fondiaria del monastero di Sankt Blasien; la bassa giurisdizione venne assegnata ai von Regensberg, poi fino al 1384 agli Asburgo-Laufenburg. Dopo diversi passaggi di proprietà, la città di Zurigo acquisì un quarto di questi feudi nel 1487, un altro quarto nel 1495 e la metà rimanente nel 1511, integrandola nel baliaggio (Obervogtei) di Birmensdorf. Titolari della bassa giustizia su Niederurdorf, gli Asburgo la cedettero ai signori von Schönenwerd fin verso il 1450. La signoria giurisdizionale di Niederurdorf, ripetutamente venduta, nel 1620 passò alla fam. Steiner di Uitikon (1620-1798). La cappella di S. Giorgio a Reppischtal, menz. la prima volta nel 1173, nel 1375 apparteneva alla chiesa parrocchiale di Dietikon e fu abbandonata durante la Riforma. La cappella di S. Nicolao a Oberurdorf, attestata dal 1184, venne incorporata nel monastero di Wettingen come filiale della chiesa parrocchiale di Dietikon (1321). I due villaggi adottarono la Riforma e, dal momento che facevano capo a Zurigo per la bassa giustizia, diversamente da Dietikon dopo il 1531 non furono ricattolicizzati; i diritti di collazione rimasero però al monastero di Wettingen fino al 1838. Dal 1627 U. dispose di un pastore rif., che il monastero sceglieva tra tre candidati proposti da Zurigo. La separazione dei com. parrocchiali di U. e Dietikon avvenne solo nel 1959. La parrocchia catt. esiste dal 1960, la chiesa di S. Nicolao della Flüe dal 1964. La prima scuola risale a prima del 1600. Nel 1673 a Oberurdorf sorse un edificio scolastico dotato di un alloggio per l'insegnante. Nel XIX sec. U. conobbe una stagnazione demografica e nella seconda metà del sec. la pop. diminuì addirittura leggermente. Nel 1880 Jakob Lips fondò l'unica fabbrica di U., che produceva macchinari per panetterie. Nel 1839 il bosco della comunità di Oberurdorf fu assegnato a a una corporazione di aventi diritto. La strada cant. Dietikon-Birmensdorf, costruita nel 1848-50, spostò il baricentro dell'insediamento di Oberurdorf dal torrente verso la nuova arteria di traffico. La linea ferroviaria Zurigo-Affoltern am Albis-Zugo (detta Ämtlerbahn), entrò in funzione nel 1864. Negli anni 1920-30, attorno alla stazione, situata nel vicino com. di Schlieren, si sviluppò un nuovo sobborgo di Zurigo. Il Museo locale venne inaugurato nel 1997. Dagli anni 1960-70 U. si trasformò in un com. residenziale suburbano.


Bibliografia
MAS ZH, 9, 1997, 338-366

Autrice/Autore: Martin Illi / sor